Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.mjj.it


- Visita il website di MJFanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)






- KING OF POP -

Per discutere liberamente di qualsiasi argomento inerente all'indiscusso Re del Pop.

Qui potrai postare Discussioni di qualsiasi tipo, Curiosità, Sondaggi, QuizPetizioni.

Nuova Discussione
Rispondi
 
Vota | Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

[discussioni] Le nostre recensioni sui dischi di MJ

Ultimo Aggiornamento: 17/08/2016 03.24
04/09/2010 14.39
 
Quota

Mi lancio con Off the wall.
All'epoca avevo una cassetta registrata dall'album di un amico che mi portavo sempre dietro (la cassetta, non l'amico!), ero e sono follemente innamorata di quest'album.

1) Don't stop 'till you get enough - fantastica, questa canzone è MJ. L'ho ballata fino allo sfinimento, il ritmo è sensazionale con suoni originali, è allegra e giocosa in più adoro il falsetto, voto 10.
2) Rock with you - bellissima anche questa, però un pò più scontata e meno nuova, ma considerando la gioia con cui la canta nel video, si merita un altro 10.
3) Workin' day and night - fantastica (sarò ripetitiva?), questa canzone non ha età, adoro il ritmo di sottofondo, tutti i suoni "strani" e i suoi sospiri, voto 10.
4) Get on the floor - micidiale! (sembro invasata, lo so), la sua risata è fantastica, tutto il ritmo è travolgente, la parte dove canta "get up won't you g'on down........" è fenomenale con il ritmo che cresce, voto 10.
5) Off the wall - mi fa impazzire (scusate, non so cos'altro dire, questo album per me rappresenta lui al 100% e anche il vero inizio della mia passione per lui), risata iniziale bellissima, è allegra e leggera, rappresenta il divertimento allo stato puro, voto 10.
6) Girlfriend - non mi piace molto, la trovo banale e poco convincente, voto 5.
7) She's out of my life - nemmeno questa mi piace molto, decisamente troppo sdolcinata e smielata, non è proprio il mio genere, ma vista l'interpretazione do un 6.
8) I can't help it - straordinaria, suoni dolcissimi ma per niente scontati o eccessivi, adoro la sua voce carezzevole in ogni suono che emette e l'atmosfera che crea, voto 10.
9) It's the falling in love - mi inizia a piacere dalla metà in poi, anche se non mi fa impazzire, voto 6.
10) Burn this disco out - non mi piace, non mi coinvolge per niente, voto 4
[Modificato da badgirl. 04/09/2010 15.56]
Email Scheda Utente
Post: 302
Registrato il: 10/01/2010
Città: ROMA
Età: 41
Sesso: Femminile
Number Ones Fan
OFFLINE
04/09/2010 14.58
 
Quota

Ovviamente anch'io sono tutto tranne che un critico musicale [SM=g27824] quindi mi baso sul gusto personale anche perchè quel poco che avevo imparato/studiato di musica l'ho totalmente dimenticato [SM=x47958]

Di Dangerous mi piace quasi tutto a parte 2 insufficienze "eccellenti". Amo sia lo stile dei primi pezzi sia la varietà degli altri. Non mi annoia, non è ridondante e ci sono questi effetti sonori non proprio musicali che io trovo davvero orginali (porte che sichiudono, vetri rotti, suoni meccanici)
Inoltre, anche se è già stato detto, vale anche per me: non mi risulta datato alcuni brani potrebbero benissimo essere attuali (anzi sarebbero migliori di tante cose attuali [SM=g27828] )

Questa è la pagella:

Jam : Comincio subito male ma per me è troppo funk, troppo lunga e mi sa che ci metterò qualche decennio a cambiare idea voto 5

Why you wanna trip on me : credibilmente arrabbiata (finalmente) voto 6 1/2

In the closet : crea interesse subito per via dell'intro parlata, il ritmo prende e il falsetto è la ciliegina sulla torta voto 8

She drives me wild : esempio di come clacson, tamponamento, suoni di officina possano andare a tempo. Solo per questo ampiamente sopra la sufficienza voto 7 1/2

Remember the time : piacevole, entra subito in testa voto 7

Can't let her get away : il ritornello è troppo ripetitivo e dopo aver ascoltato le precedenti vado in saturazione di NJS: neeext! voto 6

Heal the world : un manifesto di MJ. La considero vera al 100% E' dolce, zuccherosa ma non stucchevole voto 8 1/2

Black or white : pure se il significato del testo è lodevole il riff è noioso alla n-esima potenza voto 5

Who is it : E' il pezzo migliore dell'album dal coro inziale al beatbox finale, il basso è una calamita irresistibile, raggiunge il picco massimo intorno ai 3 minuti e mezzo. Senza contare la voce di MJ che riesce a singhiozzare a tempo. E' ossessiva ma mai stancante. voto 9

Give in to me : Quanto poco mi piace BOW tanto invece mi convince quest'altro sodalizio con Slash. L'insieme di voce black e chitarra elettrica mi manda letteralmente ai pazzi e il secondo assolo di chitarra è strepitoso voto 8

Will you be there : L'intro è troppo lunga e non la "capisco" molto, il testo è molto spirituale ma la parte migliore è la poesia finale voto 6

Keep the faith : Potrebbe essere benissimo una canzone di oggi e mi piacerebbe assai ma non so perchè mi aspettavo di più voto 6 1/2

Gone too soon : Una piccola poesia che funziona per immagini. Pur non essendo scritta e composta da lui l'interpretazione è sincera e autentica voto 8 1/2

Dangerous : Spiazzante dopo l'ultima sequenza di brani, la trovo moderna voto 8

Contento Mark? [SM=g27824]
Pensavo di essere stata larga di manica ma mi accorgo che sono volati anche i 10 e i 100... Me li tengo per le prossime volte [SM=g27828] e comunque qualche insufficienza io la dò in ogni album

E comunque è vero, Who is it soprattutto è tremendamente e incredibilmente sottovolutata secondo me
Email Scheda Utente
Post: 2.532
Registrato il: 18/08/2009
Città: ROSSANO
Età: 36
Sesso: Femminile
Dangerous Fan
OFFLINE
04/09/2010 15.52
 
Quota

Provo anch'io con la mia recensione,sperando di non avere commenti spiacevoli.. E' solo un giudizio da ascoltatrice!
1. "Jam":Mi piace molto il suo ritmo.. A lungo andare un pò diventa pesantuccia.. Ci sono giorni invece che vorrei sentire solo quella. Voto 7
2. "Why You Wanna Trip on Me": La amo.. Mi piace il suo ritmo.. Voto 8
3. "In the Closet" Una canzone molto coinvolgente,anche se non la mia preferita... Mi piace ascoltarla.. La sua voce sexy mi rilassa..[SM=g27821] Voto7
4. "She Drives Me Wild" Sono daccordo con Cristiana,interessante,ma su uno stile un pò commerciale..Voto 7
5. "Remember the Time" Al contrario di molti IO L'ADORO! Amo il suo sound.. E' una delle sue tante canzoni che mi ricarica di adrenalina.. Voto 9
6. "Can't Let Her Get Away" direi che darei lo stesso giudizio della 4,a lungo andare un pò annoia.. Voto 6 1/2
7. "Heal the World" E' la canzone emblema di MJ e la mia preferita.. Mi suscita una moltitudini di emozioni.. Voto 10+++
8. "Black or White" Non lo trovo per nulla noiosa.. Dà una carica incredibile... E' un successo che non tramonta mai! Io lo ricordo da piccola attraverso questa canzone. Voto 10
9. "Who Is It" E' una canzone che non annoia mai.. La ascolto sempre.. E poi i suoi sussulti all'inizio mi mandano in delirio.. [SM=x47926] A parte le mie personalissime sensazioni,è davvero una canzone UNICA!Voto 10
10. "Give In to Me" Appena l'ho ascoltato insieme al suo video.. Mi son detta "Caspita" Che artista straordinario.. Mi piace tutta,dall'inizio al ritornello..E quella chitarra elettrica..Bellissima.. [SM=g27836] Voto 8
11. "Will You Be There" Questa come HTW mi emoziona.. La amo tutta.. Il coro gospel,e l'ultima parte parlata... è un turbinio di emozioni!Voto 10
12. "Keep the Faith" Il suo sound è entusiasmante...Molto originale e particolarmente innovativa..Voto 8
13. "Gone Too Soon" La prima volta che l'ho ascoltata ho pensato a lui.. Lassù.. Bello il significato.. Profonda e dolcissima! Voto 9
14. "Dangerous" Bhè ha segnato l'epoca della mia adolescenza.. Allora quando l'ascoltai era una canzone quasi paradisiaca..Anni luce dalla musica italiana.. A distanza di molti anni riascoltandola spesso non ha perso affatto il suo inconfondibile fascino!
Voto 10
[Modificato da Alejean 04/09/2010 15.57]
Email Scheda Utente
Post: 1.130
Registrato il: 12/04/2007
Sesso: Maschile
HIStory Fan
OFFLINE
05/09/2010 23.25
 
Quota

C'è un ragazzo di colore di 19 anni, con le spalle al muro, è vestito di tutto punto, smoking e farfallino, le grandi mani protese in avanti ed aperte, sorride, con tutto il viso, con la bocca, con i denti e con gli occhi, è un bel ragazzotto, ha una folta capigliatura, tipicamente Black, il naso leggermente prorompente, è felice si capisce ictu oculi che lo è, e quando ascolti la sua voce, ti rendi conto del perchè, quel bel ragazzo di colore è così felice.
C'è un ragazzo di colore con le spalle al muro, ma lui non ha "le spalle al muro", ha le spalle rivolte al muro, è finalmente libero, di scrivere, e scrive, è finalmente libero di suonare, e suona, è finalmente libero di arrangiare e di ballare, finalmente DA SOLO, è libero di ridere e gioire della propria musica, quel ragazzo bello, nerissimo, elegante, felice e talentuoso è Michael Jackson, è questa è la storia del suo primo, grande capolavoro.
Off the wall

Michael Jackson, Quincy Jones, Louis Johnson, Paul Mc Cartney, Stevie Wonder, Rod Temperton, Greg Phillinganes, Paulinho da Costa, John Robinson, sono i fautori di un album nuovo, non solo disco, non solo funky, non solo r&b, non solo soul, non solo pop, ma Off the wall.

Unicum nella discografia Jacksoniana, OTW è, con tutta probabilità, l'album di maggiore qualità musicale, cantato o prodotto dal futuro, grazie a Dio ancora futuro, Re del pop.

Ci troviamo di fronte ad una miscellanea di stili musicali, dal soul spensierato di Rock With you, già condito di forti elementi r&b, al frenetico Funky di Warking day and nigth, al melenso pop di Girlfriend, al soul elegantissimo di I Can't halp it, alla disco music di Burn this disco out, fino all'esplosione di Don't stop, e alle inutili lacrime si Shes out of my life.

MJ ha 19 anni e scrive, scrive Don't Stop till you get enough, un brano che ha fatto da apripista nel 79, e credo per qualche anno a venire, cavallo di battaglia dei grandi DJ negli 80, ed ancora punto di forza del revival dei 90 e del nuovo millennio, bella canzone, il basso lo suona e forse lo scrive un mostro sacro, del quale diremo piu avanti, LOUIS JOHNSON, fantastico il falsetto, che tutto è meno che falso, vadasi a sentire il live, da restarci secchi, interpretazione che sfiora la perfezione vinilica, tuttavia, troppo lunga è la coda, e subisce, quindi, una decurtazione nel punteggio, voto: 7,5.


Rock With you
, è una canzone alla quale sono profondamente affezionato, è un soul in chiave minore, ha una grande eleganza, come peraltro la maggior parte dell'album, gode di una interpretazione, sincera, il suo autore, qualche anno dopo, scriverà Thriller, qui al basso non c'è Johnson e si sente, il voto è 7,5.

A questo punto, se siete in auto accostate, se siete a casa, avvisate i vicini, se siete in dolce compagnia fermatevi, il ragazzo scrive, e cazzo se scrive, Warking day and night:
Michael jackson:lead and Background vocals;
Louis Johnson:Bass;
John Robinson:Drums;
David Williams:Guitar;
Phil Upchurc:Guitar;
Greg Phillinganes:Elecrtic Piano;
Paulinho da Costa: Percussion;
Michael Jackson: Percussion;
John Robinson:Prcussion;
Jerry Hey:Trumpet e Flugelhorn;
Larry Williams: Tenor, Alto Saxes and Flute;
William Reichambach: Trombone;
Gary Grant: Trumpet;
Rhythm Arrngement by Greg Phillinganes e Michael Jackson;
Vocal and percussion Arangement by Michael Jackson, devo dire altro?????
SI.
Capolavoro Funky, stavolta senza alcuna edulcorazione, altro che POP, altro che Bad, altro che Prince, altro che....basso e chitarra fuse in un unico sodalizio, fiati spacca cuore, da far ingelosire James Brown, percussioni da House Music del XXX Secolo, una voce ed una energia che il caro maestro deve aver notato all'epoca, ma chi ha scritto questa bomba???? il re del pop, ahahha, mi viene da ridere, il re del pop, del pop.
ah il voto, stavo per dimenticarlo, 10.

Get on the floor: Ora, Louis Johnson, uno dei piu grandi bassisti della storia della musica, universalmente riconosciuto tale, da tutta la critica mondiale, si mette a tavolino con un ragazzino di 19 anni e salta fuori un groove fantastico, un Funky leggermente meno aggressivo del precedente, ma piu ballabile, il basso è mastodontico, le percussioni nette e precise come se fossero state inserite con un bisturi, ride il ragazzo, ride mentre canta, ride perchè pensa, cazzo con ci sto lavorando, voto:10.

Off the wall,
L'eleganza trasposta in una canzone, interpretazione divina, live ancora meglio, il basso? e che ne parliamo a fare, sempre lui, il mostro Johnson....voto:9;

Girlfriend, Mc Cartney doveva essere proprio in crisi nera, in blocco creativo, se è riuscito a partorire una simile banalità, qui neppure la magica voce di Jackson riesce a risollevare il brano, pop, e in questo album il pop non doveva entrarci, voto:5;

She's out of my life, brano prescindibile, ridondante, inutile, insulso, in una parola pop, voto 4,5;

I can't help it, Wonder all'epoca era un mago, una star, un genio secondo molti, brano elegante ma nulla piu, forse se lo avesse cantato lui avrebbe reso meglio, voto all'eleganza che in musica è ormai merce rara, 7;

It's the falling in love, un brano che potrebbe essere stato scritto ieri, magico il duetto con una voce Jazz quale era quella di Patti Austin, secondo voi chi lo suona il basso???
voto 8,5;

Burn this disco out, DISCO MUSIC ahhhhhhhhh, un'abbuffata di energia che chiude egregiamente un capolavoro assoluto, voto 8,5.

Chiedo scusa se ho scritto troppo, ma vi assicuro che mi sono dovuto trattenere non poco, su questa sublimità potrei scrivere un saggio, ho cercato di dare un taglio pop, spero di esserci riuscito.

Ora, io non pretendo che oggi si produca tale musica, ma ecco dove sta la differenza tra la cacca e la cioccolata caro Mark!!!!!!!!!


[Modificato da Keep the faith 06/09/2010 00.02]
Email Scheda Utente
OFFLINE
05/09/2010 23.37
 
Quota

Dangerous: la quintessenza di Michael Jackson.
Rimanere sulla cresta dell'onda per oltre 20 anni non è un'impresa semplice, soprattutto se sei una rockstar e se ti chiami Michael Jackson. E' un fatto risaputo: il pop è una scala di alti e bassi, di mode, di manie, di eclissi. Dopo tre groundbreaking album, Michael Jackson abbandona il sodalizio con Quincy Jones e, supportato dal giovanissimo Teddy Riley, da Bill Bottrell, Bruce Swedien e da un nuovo team di produzione, comincia la lavorazione di Dangerous. Le recording-sessions dureranno quasi 16 mesi, uno standard particolarmente esteso anche per Michael Jackson. L'album che ne esce è un prodotto unico nella discografia di Jackson. E' un album attraente, invitante, innovativo e soprattutto estremamente sentito e personale. Dangerous è la quintessenza di Michael Jackson: sono presenti allo stesso tempo tutte le sfaccettature della sua personalità. E' carismatico e danzereccio (Jam, Remember The Time, Dangerous), tocca importanti temi d'attualità (Why You Wanna Trip On Me, Heal The World), emoziona (Gone Too Soon, Will You Be There) e sa essere intrigante (Who Is It). Michael raggiunge una maturità artistica che non riuscirà più a ritrovare. L'album non ha punti morti (anche la riempitiva Can't Let Her Get Away risulta comunque essere piacevole ed orecchiabile nella sua mediocrità) e tocca il suo punto più alto in Give In To Me, collaborazione con Slah, chitarrista dei Guns N' Roses. Insomma, l'album pop perfetto, che non annoia e che trasmette un turbine di emozioni e messaggi imporanti, anche a quasi 20 anni dal suo rilascio ufficiale.

Jam: Irresistibile. Live è una bomba.
Voto: 8,5

Why You Wanna Trip On Me: Dietro al beat martellante si cela un messaggio di protesta e di critica, che Michael riesce ad esprimere al meglio. Superiore come qualità all'opening track. Voto: 10

In The Closet: Spesso annoverata tra i classici jacksoniani, questo singolo risulta essere particolarmente noioso per la sua durata. Notevole l'esibizione vocale.
Voto: 7,5

She Drives Me Wild
: Uno dei brani che risente di più dell'influenza di Riley. Comunque coinvolgente, energetica e scoppiettante.
Voto: 8

Remember The Time: Orecchiabile, simpatica e frizzante. Impossibile resistergli.
Voto: 9,5

Can't Let Her Get Away
: Chiaramente un riempibuco. Poteva anche essere tralasciata, non aggiunge e non toglie niente all'integrità dell'album.
Voto: 5

Heal The World: Il messaggio non può essere più chiaro. Il migliore brano a sfondo umanitario da lui mai scritto. O se non altro, il primo di una lunga serie.
Voto: 9,5

Black Or White: Trovatemi qualcuno che non sappia canticchiare questo riff di chitarra. Un ottimo brano, vestito da alta classifica, reso memorabile dal suo insegnamento.
Voto: 9,5

Who Is It: Uno dei brani più particolari ed intriganti dell'album. Una vera perla.
Voto: 9

Give In To Me: Mi dispiace, ma qui non ce n'è per nessun altro. Epica.
Voto: 10+

Will You Be There: Il Michael più profondo che esce (finalmente?) allo scoperto. Peccato per la soporifera introduzione (scusami Beethoven!)
Voto: 10

Keep The Faith: Buona ballata R&B, anche se probabilmente tirata troppo per le lunghe.
Voto: 8

Gone Too Soon: Scritta per l'amico Ryan White, questa è una delle melodie più struggenti dell'album e, proabilmente, dell'intera discografia di Jackson. Come arrangiamento ricorda vagamente She's Out Of My Life.
Voto: 9,5

Dangerous: Più Michael Jackson di così non si può. E' lui al 100% e colpisce alla grande.
Voto: 10
[Modificato da Riky.dangerous 05/09/2010 23.37]
Email Scheda Utente
Post: 1.402
Registrato il: 10/08/2009
Sesso: Femminile
HIStory Fan
OFFLINE
06/09/2010 00.02
 
Quota

Cristiana: anche se sono più giovincella, la mia storia è simile alla tua ed a quella di diversi utenti qui dentro. all'epoca si ascoltava altro...e dopo la morte scopri un meraviglioso artista. ahimè, è così. ma la passione può essere abbastanza forte da sopperire almeno un pò alla privazione del suo genio negli anni precedenti [SM=g27823] .

Keep the faith: la tua recensio di OTW è un bijou [SM=g27817] . emerge tutta la tua passione, energia, l'entusiasmo che hai quando parli di quello che ci emoziona fino in fondo e che dopo tanti anni continua ad emozionarci, farci ballare, stupirci.
se non fosse che ho poco tempo ed una connessione che fa piangere, avrei già provveduto ad arricchire un pò sto topic. spero di riuscirci. intanto ti rinnovo i miei complimenti.
Email Scheda Utente
Post: 1.811
Registrato il: 15/07/2009
Città: LECCE
Età: 23
Sesso: Femminile
Dangerous Fan
OFFLINE
06/09/2010 00.33
 
Quota

Ci provo con Bad [SM=g27828]
Bad:Inizio scoppiettante,la canzone mi piace tantissimo,l'unica cosa che non sopporto sono quei versetti lì che si sentono all'inizio "d'ah d'ah".Per il resto,nulla da dire.Voto:8

The way you make me feel:Molto bella anche questa,a volte però ho come l'impressione che sia la "gemella" della titletrack,le sento simili.La parte finale,quasi sussurrata,è incredibile.Voto:7,5

Speed demon:all'inizio la odiavo [SM=g27828] ;ora,a mente fredda,penso sia una bella canzone,molto "energica",soprattutto quando dice "go!" e in sottofondo si sente il rombo della moto.Sembra di essere veramente su un'autostrada [SM=x47979] Voto:8

Liberian girl:Bellissima canzone d'amore,non scontata nè banale.Interpretazione a dir poco sublime,voce calda e suadente(non sono una pervertita eh! [SM=g27828] ) come mai prima d'ora;insomma,interpretazione sublime e senza sbavature.Voto:10

Just good friends:Mai sopportata,è un pezzo datato all'inverosimile e difficilmente lo si può estrarre dal proprio contesto storico.Sinceramente,questo duetto è stato una delusione.Voto:3

Another part of me:Bella canzone e tutto il resto,ma anche qui il sound è abbastanza datato.Voto:6

Man in the mirror:Chapeau!Pezzo sublime,testo decisamente impegnato e interpretazione da togliere il fiato.Meraviglioso l'inizio,molto sommesso e lento,e splendida la parte finale,con un'intensità strepitosa.In questo pezzo la voce di Mike è assolutamente fantastica:un misto di dolcezza,rabbia e sofferenza che stendono.Voto:10+

I just can't stop loving you:Bel pezzo,testo molto carino,ma un tantinello stucchevole,riascoltarla per 2 volte di fila significherebbe essere masochisti della peggior specie [SM=g27828] Voto:6

Dirty Diana:Questo pezzo è una figata pazzesca,lo adoro,è assolutamente divino.Il testo è lodevole (finalmente si vede un Mike più "scollacciato",che lascia da parte l'amore,la pace nel mondo e manfrine varie e dimostra di essere un'autore versatile,che riesce a raccontare la storia di una groupie senza cadere nel volgare),l'interpretazione è assolutamente divina:si riesce a percepire una sofferenza sincera e autentica,quasi quasi ci si immedesima nel personaggio,riuscendo ad avvvertire il suo conflitto interiore.Un bel pezzo rock,un filino inferiore a Beat it,ma comunque stupendo.Sarebbe stato bellissimo vedere Mike cimentarsi con più brani stile Dirty Diana,la voce molto versatile gliel'avrebbe permesso.Voto:10+

Smooth Criminal:come per Dirty,anche qui c'è un'intensità che lascia senza fiato.Ogn volta che ascolto sta' canzone mi assale l'ansia [SM=x47979] Bellissima anche tutta la parte strumentale,per non parlare del video.Chapeau! (di nuovo).Voto:10

Leave me alone:bella,mi piace molto anche questa.Bello il testo,ottima interpretazione,video che è una mezza ciofeca.Voto:7+
06/09/2010 07.49
 
Quota

Re:
Keep the faith, 05/09/2010 23.25:

C'è un ragazzo di colore di 19 anni, con le spalle al muro, è vestito di tutto punto, smoking e farfallino, le grandi mani protese in avanti ed aperte, sorride, con tutto il viso, con la bocca, con i denti e con gli occhi, è un bel ragazzotto, ha una folta capigliatura, tipicamente Black, il naso leggermente prorompente, è felice si capisce ictu oculi che lo è, e quando ascolti la sua voce, ti rendi conto del perchè, quel bel ragazzo di colore è così felice.
C'è un ragazzo di colore con le spalle al muro, ma lui non ha "le spalle al muro", ha le spalle rivolte al muro, è finalmente libero, di scrivere, e scrive, è finalmente libero di suonare, e suona, è finalmente libero di arrangiare e di ballare, finalmente DA SOLO, è libero di ridere e gioire della propria musica, quel ragazzo bello, nerissimo, elegante, felice e talentuoso è Michael Jackson, è questa è la storia del suo primo, grande capolavoro.
Off the wall

Michael Jackson, Quincy Jones, Louis Johnson, Paul Mc Cartney, Stevie Wonder, Rod Temperton, Greg Phillinganes, Paulinho da Costa, John Robinson, sono i fautori di un album nuovo, non solo disco, non solo funky, non solo r&b, non solo soul, non solo pop, ma Off the wall.

Unicum nella discografia Jacksoniana, OTW è, con tutta probabilità, l'album di maggiore qualità musicale, cantato o prodotto dal futuro, grazie a Dio ancora futuro, Re del pop.

Ci troviamo di fronte ad una miscellanea di stili musicali, dal soul spensierato di Rock With you, già condito di forti elementi r&b, al frenetico Funky di Warking day and nigth, al melenso pop di Girlfriend, al soul elegantissimo di I Can't halp it, alla disco music di Burn this disco out, fino all'esplosione di Don't stop, e alle inutili lacrime si Shes out of my life.

MJ ha 19 anni e scrive, scrive Don't Stop till you get enough, un brano che ha fatto da apripista nel 79, e credo per qualche anno a venire, cavallo di battaglia dei grandi DJ negli 80, ed ancora punto di forza del revival dei 90 e del nuovo millennio, bella canzone, il basso lo suona e forse lo scrive un mostro sacro, del quale diremo piu avanti, LOUIS JOHNSON, fantastico il falsetto, che tutto è meno che falso, vadasi a sentire il live, da restarci secchi, interpretazione che sfiora la perfezione vinilica, tuttavia, troppo lunga è la coda, e subisce, quindi, una decurtazione nel punteggio, voto: 7,5.


Rock With you
, è una canzone alla quale sono profondamente affezionato, è un soul in chiave minore, ha una grande eleganza, come peraltro la maggior parte dell'album, gode di una interpretazione, sincera, il suo autore, qualche anno dopo, scriverà Thriller, qui al basso non c'è Johnson e si sente, il voto è 7,5.

A questo punto, se siete in auto accostate, se siete a casa, avvisate i vicini, se siete in dolce compagnia fermatevi, il ragazzo scrive, e cazzo se scrive, Warking day and night:
Michael jackson:lead and Background vocals;
Louis Johnson:Bass;
John Robinson:Drums;
David Williams:Guitar;
Phil Upchurc:Guitar;
Greg Phillinganes:Elecrtic Piano;
Paulinho da Costa: Percussion;
Michael Jackson: Percussion;
John Robinson:Prcussion;
Jerry Hey:Trumpet e Flugelhorn;
Larry Williams: Tenor, Alto Saxes and Flute;
William Reichambach: Trombone;
Gary Grant: Trumpet;
Rhythm Arrngement by Greg Phillinganes e Michael Jackson;
Vocal and percussion Arangement by Michael Jackson, devo dire altro?????
SI.
Capolavoro Funky, stavolta senza alcuna edulcorazione, altro che POP, altro che Bad, altro che Prince, altro che....basso e chitarra fuse in un unico sodalizio, fiati spacca cuore, da far ingelosire James Brown, percussioni da House Music del XXX Secolo, una voce ed una energia che il caro maestro deve aver notato all'epoca, ma chi ha scritto questa bomba???? il re del pop, ahahha, mi viene da ridere, il re del pop, del pop.
ah il voto, stavo per dimenticarlo, 10.

Get on the floor: Ora, Louis Johnson, uno dei piu grandi bassisti della storia della musica, universalmente riconosciuto tale, da tutta la critica mondiale, si mette a tavolino con un ragazzino di 19 anni e salta fuori un groove fantastico, un Funky leggermente meno aggressivo del precedente, ma piu ballabile, il basso è mastodontico, le percussioni nette e precise come se fossero state inserite con un bisturi, ride il ragazzo, ride mentre canta, ride perchè pensa, cazzo con ci sto lavorando, voto:10.

Off the wall,
L'eleganza trasposta in una canzone, interpretazione divina, live ancora meglio, il basso? e che ne parliamo a fare, sempre lui, il mostro Johnson....voto:9;

Girlfriend, Mc Cartney doveva essere proprio in crisi nera, in blocco creativo, se è riuscito a partorire una simile banalità, qui neppure la magica voce di Jackson riesce a risollevare il brano, pop, e in questo album il pop non doveva entrarci, voto:5;

She's out of my life, brano prescindibile, ridondante, inutile, insulso, in una parola pop, voto 4,5;

I can't help it, Wonder all'epoca era un mago, una star, un genio secondo molti, brano elegante ma nulla piu, forse se lo avesse cantato lui avrebbe reso meglio, voto all'eleganza che in musica è ormai merce rara, 7;

It's the falling in love, un brano che potrebbe essere stato scritto ieri, magico il duetto con una voce Jazz quale era quella di Patti Austin, secondo voi chi lo suona il basso???
voto 8,5;

Burn this disco out, DISCO MUSIC ahhhhhhhhh, un'abbuffata di energia che chiude egregiamente un capolavoro assoluto, voto 8,5.

Chiedo scusa se ho scritto troppo, ma vi assicuro che mi sono dovuto trattenere non poco, su questa sublimità potrei scrivere un saggio, ho cercato di dare un taglio pop, spero di esserci riuscito.

Ora, io non pretendo che oggi si produca tale musica, ma ecco dove sta la differenza tra la cacca e la cioccolata caro Mark!!!!!!!!!





Oltre ad essere super competente, sei anche un poeta!
(anche se discordo su Burn this disco out! - ma sicuramente hai ragione tu!).


Email Scheda Utente
Post: 1.404
Registrato il: 10/08/2009
Sesso: Femminile
HIStory Fan
OFFLINE
06/09/2010 08.36
 
Quota

oh noooooooooooo, avevo fatto un arecensione completa di BAD e poi mi si è bloccato. tutto cancellato. non ci posso credere. vediamo quando avro' voglia di rifarla...uffa [SM=g27812]

06/09/2010 10.02
 
Quota


Bravi davvero. Vorrei dire "sono orgoglioso di voi" se non suonasse presuntoso. Riky Dangerous, nota di merito. La tua recensione è quanto andavo immaginando. Si può migliorare perché si può integrare il listone di voti con il giudizio, ma così è perfettamente chiaro ed è forse più didascalico e istruttivo. Diciamo che in una prima fase forse il tuo tipo di analisi è quella preferibile.

Detto questo, faccio solo alcune osservazioni in generale. Le quali vogliono essere di stimolo perché davvero state andando bene.

1)La prima è questa: bisogna fare attenzione ai voti.
Lo dico perché se ami un disco o se ami la musica questo diventa una questione seria. Dare 18 (ma sì Keep, sei unico lo stesso) a un pezzo, è uno scherzo. E quindi ci sta, come episodio unico, una tantum, per così dire. Dare cinque o sei volte il 10, ci può anche stare, ok. Oltretutto, mi piace che qualcuno si prenda la responsabilità di dare 10. Se qualcuno si ricorda Nadia Comaneci, lei quando faceva ginnastica alle olimpiadi prendeva 10 perché...beh non potevi non darle 10, e fanculo se nella storia ci sia stato qualcun altro più o meno come lei.
Il problema è che una serie lunga di "dieci" mette in pericolo la possibilità di determinare quale sia il pezzo migliore di un artista. Se MJ ha fatto un elevato numero di canzoni da "10,00", allora non esiste più una sua top ten. E a ben vedere non esiste più possibilità di dare a Mozart quello che è di Mozart, o a Bach eccetera. Tanto, sopra 10 non si può andare. Quindi, magari, c'è troppo "traffico" lassù in vetta. Io, tanto per dire, oltre "9,00" non vado mai. Magari posso dare un 9,5 alle vette della musica classica (ma non l'ho mai fatto), dove mi pare evidente che la musica diventi il massimo sforzo concettuale nella storia dell'arte universale.

2) Va veramente tutto bene così. Oltretutto, per ora, gli interventi sono arrivati da chi proprio me l'aspettavo, ovvero da chi non ha paura ad esprimersi. Posso solo aggiungere che, per la perfezione, qui si richiede una composizione "completa", "finita". Ovvero, potete fare tutti i preamboli che si vogliono, rivolgervi agli amici, al pubblico, ringraziare parenti eccetera, ma quando iniziate il commento, questo deve/dovrebbe essere fatto immaginando una sua edizione separata dal commento introduttivo o finale. Insomma tenete a mente la recensione di Riky D. che se ne sta autonoma da ogni altra cosa. Quindi, ancora, si può iniziare dicendo "Uè Gabrie', ieri come è andata con la pizza a metro peperoni e ricotta?" ma poi, quando fate la recensione, dovreste staccare da ogni altro riferimento di tipo strettamente personale, ma poi immaginare la sua pubblicazione.

3) Un commento finale. Mettere i voti è importantissimo perché relativizza. Serve a fare una critica a sè stessi, non a MJ, o alla musica. Serve a dire "questo è bello, ma quello è più bello". Oppure "questo fa schifo, ma.." e via dicendo. Così alla fine, uno non può mettere centomila 10,00 o centomila 4,00 perché non è possibile non avere una lista personale coerente con il proprio pensiero. Cosa che, detto per inciso, cambia con il tempo. Se andate a "La musica che sto ascoltando", io ho cambiato cento volte il voto ad alcuni dischi, ogni volto modifico di 0,5 perché così è il mio pensiero, sempre cangiante, come si dice...

4) Nessuno qui è un vero "critico". Nessuno "campa" di musica o ha un ritorno da quste liste. Quindi la critica stravagante è la più benvenuta. Anzi il maggiore critico di tutti i tempi, Lester Bangs, faceva delle recensioni che scoppiavi a ridere o a riflettere. Perché ci metteva la sua vita, dentro. Hanno perfino fatto un film, perché a leggere le sue recensioni si immaginavano più cose di quelle che si sentivano nel disco...
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
::: TOPIC DEL GIORNO: "Lo stile di Michael Jackson, una storia di cinture". Per leggerlo, CLICCA QUI :::

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 13.57. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com