Freeforumzone mobile


Dal 2001, la più grande Community Jacksoniana d'Italia e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it

L'attore Russell Crowe: "Michael scherzava con me"

  • Posts
  • OFFLINE
    ilaMJJ93
    Post: 2,279
    Registered in: 4/14/2007
    Gender: Female
    Dangerous Fan
    00 5/9/2010 12:52 PM
    Re:
    Jellyfish77, 07/05/2010 21.11:

    Tutti adesso spuntano gli "amici".... [SM=x47980]




    si infatti.. [SM=g27812]
  • OFFLINE
    michaelina96@
    Post: 842
    Registered in: 11/25/2009
    Location: GRUMO NEVANO
    Age: 24
    Gender: Female
    HIStory Fan
    00 5/9/2010 6:16 PM
    Re:
    Giulia88@, 07/05/2010 21.00:

    Adesso siamo tutti amici suoi...anche io scherzavo spesso con lui ve l'ho mai raccontato?ci chiamavamo e ci facevamo le pernacchie al telefono [SM=x47958] ...chissa perche erano tutti amici suoi e poi era sempre solo nei momenti piu bui e poi perche non è mai andato al ranch?non voleve entrare nel "luogo del delitto"?[/QUOTE]


    daccordissimo con te,michael ora è buono,bello e bravo ma prima???dove erano prima tutti questi "amichetti"?
  • OFFLINE
    BEAT IT 81
    Post: 2,798
    Registered in: 7/20/2009
    Location: LECCO
    Age: 38
    Gender: Female
    Dangerous Fan
    00 5/9/2010 10:15 PM
    Avanti un altro......certo che da quando MJ nn c'è più la lista dei suoi "amici più cari" è diventata lunghissima, xò tutta sta gente dov'era nel momento del bisogno?!? Che amarezza...

    It's all for Love...L-O-V-E - Michael Jackson




    The Dancer on the Moon - our Michael Jackson Blog.

  • foreverdarling70
    00 5/9/2010 10:28 PM
    Re:
    BEAT IT 81, 09/05/2010 22.15:

    Avanti un altro......certo che da quando MJ nn c'è più la lista dei suoi "amici più cari" è diventata lunghissima, xò tutta sta gente dov'era nel momento del bisogno?!? Che amarezza...




    Appunto!!!chissà quali e quanti di questi "carissimi amici" che adoravano scherzare con Michael sono stati interpellati per collaborare alla sua difesa durante il processo e hanno risposto "no, grazie" (vedi documentario della Jones)!!!!
    Senza parole!!!
  • (angel66)
    00 5/9/2010 11:47 PM
    scusate ma non so cosa dire!!!!!!!!!
  • OFFLINE
    Alejean
    Post: 1,193
    Registered in: 8/18/2009
    Location: ROSSANO
    Age: 39
    Gender: Female
    HIStory Fan
    00 5/14/2010 6:47 PM
    NO COMMENT!

  • OFFLINE
    Rarronno
    Post: 666
    Registered in: 4/29/2008
    Gender: Male
    Invincible Fan
    00 5/17/2010 7:31 PM
    Io sono per la buona fede di Russell.

    Mi sembra una delle persone che "paraculeggia" di meno a Hollywood.
    E poi, seriamente, un personaggio come Russell Crowe ha bisogno - per farsi pubblicità - di rifarsi a un personaggio come Michael (ossia il suo esatto opposto).

    “You have to be realistic about these things.”
  • OFFLINE
    )andthevillage
    Post: 341
    Registered in: 9/15/2009
    Gender: Female
    Utente Certificato
    Number Ones Fan
    00 5/18/2010 7:58 PM
    Re:
    Rarronno, 17/05/2010 19.31:

    Io sono per la buona fede di Russell.

    Mi sembra una delle persone che "paraculeggia" di meno a Hollywood.
    E poi, seriamente, un personaggio come Russell Crowe ha bisogno - per farsi pubblicità - di rifarsi a un personaggio come Michael (ossia il suo esatto opposto).



    Sono d'accordo. Ma qua si crede che qualcuno abbia conosciuto Michael solo se riferisce di quante volte Michael piangesse e si strappasse i capelli per la depressione. Ci sta, eccome, che ogni tanto scherzasse anche lui, vivaddio, e non bisogna certo essere amici intimi per fare quattro risate insieme. Di contro, un semplice conoscente non può arrogarsi il diritto-dovere di pretendere di aiutare una persona per i suoi problemi personali.Non è così che funziona.
    [Edited by )andthevillage 5/18/2010 8:06 PM]
  • OFFLINE
    (Miss Piggy)
    Post: 9,787
    Registered in: 12/30/2009
    Location: BOLOGNA
    Age: 48
    Gender: Female
    Utente Certificato
    Thriller Fan
    00 3/31/2015 12:37 AM
    Riesumo questo vecchio topic perchè la notizia degli scherzi telefonici che gli faceva Michael è di nuovo tra le ultime news.
    Peccato che stavolta dica cose MOLTO diverse da quelle di 5 anni fa [SM=x47979] .
    Ovviamente Russel è in giro per promuovere il suo debutto alla regia, "The Water Diviner".

    Russell Crowe: "Michael Jackson? Mi faceva scherzi telefonici"

    La rivelazione dell'attore neozelandese ai microfoni del Guardian: "Non ci conoscevamo neanche"

    30/03/2015

    Russell Crowe sostiene di essere stato vittima di una lunga serie di scherzi telefonici perpetrati da Michael Jackson. La notizia sarebbe in odore di bufala se a rivelarla non fosse stato proprio l'attore neozelandese nel corso dell'intervista rilasciata di recente all'autorevole The Guardian.

    A detta dell'attore, Il Re del Pop, scomparso nel 2009 in seguito ad un'overdose accidentale di farmaci, portò avanti la burla per circa un biennio sul finire degli anni '90, in seguito al clamoroso successo riscosso dalla star ne Il gladiatore.
    "Non l'avevo mai incontrato, non gli avevo mai stretto la mano", ha dichiarato al quotidiano britannico un tutt'altro che divertito Russell Crowe. "Ma lui scoprì il nome che usavo negli alberghi. Non importava dove mi trovassi, lui chiamava per fare questo genere di cose, di quelle che si fanno quando hai 10 anni".

    Non soddisfatto, Jackson si divertiva a prendere in giro l'attore per il nome di fantasia scelto per passare inosservato al momento del check-in. "Chiamava e chiedeva: "C'è il signor Walls? Ci sono Walls da quelle parti? Se non ci sono, cosa tiene in piedi il soffitto? [in inglese, walls significa pareti] Sono cose che, una volte cresciuto, non dovresti più fare, no?".

    Nonostante l'evidente fastidio per gli scherzi telefonici, in quel periodo l'attore dovette confrontarsi con circostanze decisamente più inquietanti. Infatti, forse non tutti ricordano che nel 2001 Al-Qaida, all'epoca un'organizzazione terroristica ancora semi-sconosciuta al grande pubblico, minacciò di rapirlo. "Non ho ancora capito di cosa diavolo si trattasse. Tutto ciò che so è che un giorno arrivo a Los Los Angeles, vado nel mio hotel, comincio a svuotare le valigie e alla porta bussa un tipo di una squadra dell'FBI che vuole parlarmi. Per due anni, mi sono rimasti accanto. Ricordo che ai Golden Globes erano in 16 a farmi da guardia del corpo. Non sapevo neanche perché, non mi fornivano dettagli. Poi un giorno, sparirono".

    cinema.yahoo.com

2 / 2