27 e 29 Ottobre 1996 - Michael Jackson e il 'cavallo' proibito di Kuala Lumpur

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Compix
00Friday, October 29, 2021 8:07 PM


Il 27 e 29 ottobre 1996, Michael Jackson si esibì in due fantastici concerti del suo mastodontico HIStory World Tour allo stadio Merdeka di Kuala Lumpur, Malesia, dinanzi a 40.000 spettatori.

Fin dall'inizio, però, si presentò un problema non di poco conto: al Re del Pop e ai suoi ballerini fu vietato categoricamente di «toccarsi il cavallo» dei pantaloni durante lo show. Pena, l'arresto per «indecenza».

Ecco, a questo proposito, l'esilarante racconto del ballerino e coreografo LaVelle Smith Jr..


🎤 «NON POSSO PROMETTERE NULLA» 🎤

«Credo che fra tutte le bellissime e incredibili città in cui ci siamo esibiti nell'HIStory Tour, Kuala Lumpur sia stata la più complicata.
Ricordo che eravamo nel backstage, ci stavamo preparando per la preghiera di gruppo, quando ci comunicarono: "Non potrete toccarvi il cavallo durante il concerto, si può finire in carcere per indecenza".

Michael rispose in fretta: "Farò del mio meglio, ma non posso promettere nulla". Lo capii, perché per lui 'afferrare il suo cavallo' rappresentava un passo di danza e una forma di espressione.

Quando il concerto iniziò, pensavo solo a una cosa: "Non mettere la mano sul cavallo, non mettere la mano sul cavallo!".
Ricordo di averlo fatto un paio di volte, ma molto rapidamente. Era quasi impossibile evitare quel movimento. Non vi rendete conto di quante volte lo si fa in un tour di Michael... Fino a quando non te lo vietano.

Grazie a Dio, riuscimmo a superare la cosa e nessuno fu arrestato
».




🎤 CURIOSITÀ SINGOLARI 🎤

Proprio a causa di questo divieto, i due concerti di Kuala Lumpur ci offrono delle curiosità singolari che vale la pena di raccontare.

Possiamo farlo grazie all'emittente televisiva NTV7 che trasmise parte dello show del 27 ottobre, quello su cui ci concentreremo quest'anno. Mentre la serata del 29, di cui troverete una video-sintesi a fine post, è interamente disponibile su Youtube.

📌 SCREAM / THEY DON’T CARE ABOUT US
Entrambe le coreografie del medley iniziale vengono eseguite con molta energia, ma con qualche variazione nella formazione dei ballerini e nelle loro relative uscite di scena.
Durante They Don’t Care About Us, per motivi politici, non viene sventolata sul palco la bandiera malesiana, sostituita con quella canadese.

📌 IN THE CLOSET
Qui è davvero interessante osservare come viene modificata la coreografia nel tentativo di evitare le manette: infatti, sia Michael che i ballerini, quando arriva il momento di toccarsi il cavallo, appoggiano la mano sulla pancia.
Inoltre, all'inizio e alla fine della performance, i ballerini muovono avanti e indietro il petto invece che il bacino. Cosa che, però, Jackson non fa...

📌 WANNA BE STARTIN' SOMETHIN'
Anche in questa esibizione la coreografia viene adattata per i noti motivi.
Possiamo infatti osservare come MJ e i ballerini, per evitare pericolosi movimenti di bacino, utilizzino e tocchino maggiormente le parti superiori del corpo.
Nonostante la modifica di emergenza, la coreografia si rivela essere molto interessante e ricca di passi alternativi, che sostituiscono egregiamente quelli proibiti dalla religione malesiana.

📌 STRANGER IN MOSCOW
Performance insolita sul lato tecnico: i coristi cantano dal vivo per le prime due battute, ma poi vengono gradualmente abbassati di volume per far spazio al playback.
Musicalmente, possiamo ascoltare una variante del flauto, riprodotto dalla tastiera con una nota in più.
La canzone termina con Michael che manda un bacio alla folla, per poi pronunciare un «I love you» con tono di voce insolitamente basso.

📌 SMOOTH CRIMINAL
Ottima la prestazione di Jackson nella coreografia, che viene eseguita con notevole energia.
In alcuni momenti, il Re del Pop si ritrova costretto a reggere il cappello con le mani a causa di alcune fastidiose folate di vento.
Stavolta, il suono del piano elettrico risulta molto prominente nel mix degli strumenti.

📌 THE WAY YOU MAKE ME FEEL
Nonostante le restrizioni, la ballerina indossa il solito vestito nero con tacchi a spillo, che stranamente non è stato sostituito con uno più lungo.
In compenso, MJ deve rinunciare alla parte della coreografia in cui, una volta scesi sulla passerella circondata dal pubblico, poggia le mani sui fianchi e sulle gambe della ragazza. Mani che, come si vede nel video, tiene ben salde dietro di lui, in modo da evitare qualsiasi tentazione.
Inoltre, al momento della coreografia di gruppo, i ballerini sdraiati proni a terra non eseguono il classico movimento di bacino contro il palco. Tutti tranne Michael, che invece trasgredisce al categorico divieto.

📌 BILLIE JEAN
Billie Jean e 'cavallo' sono quasi sinonimi. Eppure, anche qui Michael deve accuratamente evitare l'iconico afferramento. E, per ricordarsene, infila il pollice nella cintura.
Dal punto di vista musicale, si può notare un problema con l'intonazione delle tastiere, che viene prontamente risolto.
Nel finale, dopo alcuni formidabili ad-libs del Re del Pop, le tastiere stesse riproducono degli accordi aggiuntivi rispetto al solito.

📌 THRILLER
Chitarre e tastiere dominano lo scenario sonoro del brano horror per eccellenza.
Queste ultime, però, continuano a restituire problemi di intonazione per l’intera durata dell'esibizione. Per di più, vengono attivati alcuni suoni nei momenti sbagliati.

📌 BEAT IT
Performance più rock del solito, con una Jennifer Batten aggressiva che fa urlare la sua chitarra distorta sovrastando gli altri strumenti.
Jackson appare molto coinvolto e, con i capelli sciolti mossi dal vento, si fa trascinare dal potente suono prodotto dalla bionda chitarrista.
Impeccabile la coreografia principale, che viene conclusa con degli ad-libs dal vivo. Mentre nel finale, quando band e ballerini si scatenano, MJ cerca di cantare, ma il microfono purtroppo non viene attivato in tempo.

📌 DANGEROUS
Anche qui, come nelle performance precedenti, i passi coinvolgono maggiormente la parte superiore del corpo piuttosto che quella inferiore.

Tutto, ma proprio tutto ciò che vi abbiamo raccontato, lo trovate nel video qui sotto.




Di seguito, invece la video-sintesi del concerto del 29 ottobre.



A cura di Eric Di Scenza e Vincenzo Compierchio per il Michael Jackson FanSquare.
Adelina78
00Friday, October 29, 2021 9:50 PM
E chi se lo scorda il "cavallo" [SM=g5818231]
Grazie ragazzi
rosi@
00Friday, October 29, 2021 11:57 PM
Grazie per le curiosità.
SabriJean72
00Saturday, October 30, 2021 2:42 AM
Ci mancava pure che lo mettessero dentro, che leggi assurde e se aveva pruprito li nelle parti basse, non poteva grattarsi. Bah.😳😕
Adelina78
00Saturday, October 30, 2021 7:01 AM
SabriJean72 (Sabrina2020), 30/10/2021 02:42:

Ci mancava pure che lo mettessero dentro, che leggi assurde e se aveva pruprito li nelle parti basse, non poteva grattarsi. Bah.😳😕

[SM=g5818234]
Quel giorno non doveva pensare alle parti basse. Di sicuro si sono fatti il bidè prima di salire sul palco [SM=g5818231]
clomarine_23
00Saturday, October 30, 2021 3:01 PM
Chiedete a Michael di non toccarsi il pacco mentre balla è come chiedere di non respirare ahahah [SM=g5818231]
mjj2pantera
00Monday, November 1, 2021 10:00 PM
Pensate a quei poveri uomini che non si possono sistemare la mutanda [SM=g5818233]
Adelina78
00Monday, November 1, 2021 10:36 PM
mjj2pantera, 01/11/2021 22:00:

Pensate a quei poveri uomini che non si possono sistemare la mutanda [SM=g5818233]

[SM=g5818234] poverini.
N.Dileo
00Wednesday, November 3, 2021 3:16 PM
Sono chiusi mentalmente povero Michael
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:24 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com