Previous page | 1 2 3 | Next page

[musica] Michael Jackson e Prince: storia di un incontro mai nato

Last Update: 4/27/2021 8:50 PM
Author
Vote | Print | Email Notification    
4/26/2021 10:25 PM
 
Quote
Post: 4,617
Registered in: 4/12/2019
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
Thriller fan
OFFLINE




Matt Semino, 26/01/2011
Procuratore legale e analista


Preparatevi. Sta iniziando di nuovo. Il palco è stato preparato per un altro dramma giuridico con il Re del Pop. Il dottor Conrad Murray, medico personale di Michael Jackson, è stato rinviato a giudizio martedì mattina dalla Los Angeles Superior Court. Affermando: "Vostro onore, io sono un uomo innocente", Murray si è dichiarato non colpevole delle accuse di omicidio colposo in relazione alla morte della star. La selezione della giuria per il suo processo inizierà il 28 marzo. Se condannato, il chiacchierato medico potrebbe affrontare un massimo di quattro anni di carcere.

Possiamo sopportare di vedere Michael Jackson essere dissezionato ancora una volta nella corte dell'opinione pubblica? Fortunatamente, a differenza dei casi di molestie su bambini, ci sono questioni sociali che possiamo prevedere saranno rivolte ad un processo al dottor Conrad Murray. Argomenti che hanno il potenziale di generare un utile discorso politico (si intende che ha influenza sulla società, ndt).

Michael Jackson sarà ora presentato dal pubblico ministero come la vittima piuttosto che il carnefice. Questo processo si svolgerà senza che la star debba difendere le sue azioni personali o le predilezioni percepite. Invece, l'attenzione sarà concentrata sul Dr. Murray, l'uomo che era al corrente dell'esclusiva vita quotidiana di Jackson che porta al momento preciso della sua morte. Gli avvocati di Murray dovranno spiegare cosa è accaduto esattamente il 25 giugno 2009. Perché Michael Jackson è morto e chi era responsabile? La situazione è capovolta, non per una vendetta proposta da "pazzi" fan di Jackson, ma perché la legge è in cerca della verità in cui è avvenuta l'ingiustizia.

Sicura di sé e alla ricerca di un processo veloce, la squadra di difesa del Dr. Murray ha già iniziato a disegnare il proprio ritratto di Michael Jackson. Com'era prevedibile essi sostengono che era un esigente pop star dipendente dai medicinali, che era malato, suicida e infine responsabile del suo destino. Inevitabilmente, alcuni media si approprieranno di questa caratterizzazione con storie che confondono il confine tra giornalismo onesto e sensazionalismo da tabloid. Certo, alcuni sostengono che ogni essere umano, tra cui Jackson, dovrebbe essere considerato responsabile per le proprie scelte personali, le proprie azioni e persino la propria morte. Ma andiamo! Non inganniamo noi stessi credendo che il mantra sia davvero il punto cruciale di questa debacle.

Mentre ci sono molti attori in questa storia, la tragedia di Michael Jackson è soprattutto un racconto delle abissali scelte etiche, del disastroso giudizio professionale e delle orrende pratiche mediche di un custode di fiducia. Il dottor Conrad Murray ha sfruttato le falle nel sistema, ha chiuso un occhio, è diventato sciatto, ha cercato di coprire i propri errori e alla fine è stato preso. Certamente sarebbe potuta finire diversamente.

Dando a Murray il beneficio del dubbio, forse stava lavorando nel posto sbagliato, al momento sbagliato e con l'uomo sbagliato. Il denaro e il fascino di Hollywood forse erano troppo seducenti per lui per resistere. La reputazione Dr. Murray, i suoi mezzi di sussistenza e la sua carriera ora sono in sospeso. Anche se sarà assolto, quanto avrà dolorosamente imparato è che quando si gioca distrattamente con un furioso incendio, è garantito che ci si brucia.

Assunto nel 2009 dal promotore di concerti AEG per fare da medico personale a Michael Jackson, a Murray veniva pagata la somma esorbitante di 150.000 dollari al mese per la sua posizione. Era stato incaricato di prendersi cura della star e di garantire che Jackson fosse abbastanza in salute per partecipare a prove rigorose mentre si preparava per il tour di ritorno. Quella primavera, Murray ha prontamente chiuso i suoi studi medici a Houston e a Las Vegas e si è trasferito a Los Angeles per prendersi cura della leggenda della musica praticamente a tempo pieno presso la sua villa in affitto di Holmby Hills. Questo alla fine si è rivelato un rapporto medico-paziente altamente distruttivo.

L'ufficio del coroner della contea di Los Angeles ha stabilito che Michael Jackson è morto di avvelenamento acuto da propofol. Un potente anestetico chirurgico, che deve essere somministrato solo in ospedale, il propofol veniva dato a Jackson nella sua casa come un aiuto per combattere l'insonnia cronica. Il dottor Murray ha affermato che egli non era a conoscenza dell'utilizzo del propofol da parte di Jackson prima di accettare l'incarico e che alla fine era preoccupato che la star stesse diventando dipendente dal medicinale.

Nonostante l'evidente pericolo e contro il suo giudizio professionale, Murray ha continuato a somministrare il propofol a Jackson regolarmente durante i due mesi precedenti e il giorno della sua morte. Avrebbe lasciato incustodito Jackson sotto l'influenza del medicinale quella mattina fatidica, non è riuscito a rianimare la star correttamente quando ha smesso di respirare e quindi ha ritardato la chiamata al 911, il tutto mentre cercava di nascondere le prove. Quando l'aiuto finalmente è arrivato, Murray non ha informato i medici di aver dato il propofol a Jackson. Negligenza?

Secondo le testimonianze dell'udienza preliminare di Murray, il medico ha anche superato chiari confini etici in una serie di occasioni durante il periodo di tempo in cui si prendeva cura della star. Da tali testimonianze è emerso che Murray ha impiegato tattiche di dichiarazioni palesemente false per ottenere quantità eccessive di sedativi, propofol e altri, da una farmacia di Las Vegas per l'utilizzo su Michael Jackson. Grandi quantità di questi farmaci sono stati successivamente trovati in casa di Jackson dopo la sua morte. Frode?

Se il dottor Murray credeva che Michael Jackson stesse diventando un tossicodipendente, perché ha continuato a somministrare farmaci potenzialmente dannosi e che danno dipendenza? Se il dottor Murray era così preoccupato per il benessere di Jackson, perché non ha fattivamente cercato aiuto da parte dei familiari o degli agenti perché potessero intervenire? Perché il dottor Murray semplicemente non si è licenziato come medico di Michael Jackson? Che Jackson chiedesse o meno il propofol, il suo "latte", è irrilevante in questo caso. Il dottor Conrad Murray, un medico con licenza in tre stati, non avrebbe mai dovuto dare il medicinale a Michael Jackson.

La questione se Murray sia stato negligente nella somministrazione del propofol all'icona del pop sarà il tema centrale del diritto in questo caso. Tuttavia, questa saga si estende ben oltre l'universo dei nomi esoterici dei farmaci, delle prove tecniche mediche e delle interpretazioni strette del diritto. Il fulcro è una rappresentazione di moralità matura con classici temi shakespeariani. I narcotici "denaro e potere", in combinazione con la brama per celebrità e fama, hanno guidato un membro una volta rispettato della comunità medica a violare le sue responsabilità verso il suo paziente, la sua professione e, in definitiva la società. Come è potuto succedere?

Raggiungere il nocciolo del caso del Dr. Conrad Murray sarà un affare da capogiro. Durante esso, però, sarà possibile dare alla luce un precedente che sarà un gioiello. Colpevole o non colpevole, è molto discutibile che la giustizia emotiva sarà mai servita alle milioni di persone che la cercano.

Quale può essere il risultato certo di un processo al dottor Murray è che il sistema giuridico, l'establishment medico e il pubblico inizieranno a rispondere ad alcune pressanti questioni politiche. Quali sono i parametri accettabili del rapporto privato medico-paziente? Come può il traffico fraudolento di farmaci potenzialmente letali essere fermato? Attraverso quali meccanismi istituzionali possono essere attuati in maniera efficace standard di deontologia professionale e pratica medica? Michael Jackson avrebbe indubbiamente voluto che da questa tempesta imperfetta venisse fuori un elemento di umanità e di cambiamento sociale positivo. Questo è il suo semplice potenziale.

www.huffingtonpost.com/matt-semino/dr-conrad-murray-trial-a-_b_8...

Forever with you MJJ
You are engraved in my heart ♥
4/26/2021 10:26 PM
 
Quote
Post: 4,618
Registered in: 4/12/2019
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
Thriller fan
OFFLINE
Ribadisco il concetto... Un medico degno di quella nomina prima deve conoscere il paziente e dopo inizia a prescrivere l'aspirina o le supposte
[Edited by Adelina78 4/26/2021 10:27 PM]

Forever with you MJJ
You are engraved in my heart ♥
4/26/2021 10:30 PM
 
Quote
Post: 2,948
Registered in: 8/13/2008
Location: ENNA
Age: 38
Gender: Male
Utente Certificato
Dangerous Fan
OFFLINE
E seguo che la scomparsa dei nastri della stanza di dove stava Michael è un tutto dire

La musica è una sostanza pesante senza effetti collaterali. (Gigi D'Agostino)
4/27/2021 8:50 PM
 
Quote
Post: 12,274
Registered in: 12/30/2009
Location: BOLOGNA
Age: 50
Gender: Female
Utente Certificato
Thriller Fan
OFFLINE
Re:
Adelina78, 26/04/2021 22:26:

Ribadisco il concetto... Un medico degno di quella nomina prima deve conoscere il paziente e dopo inizia a prescrivere l'aspirina o le supposte




Certo che sì...e infatti Conrado non era certo un medico degno di questo nome.
L'articolo di Semino non è tra i suoi migliori e un pò confuso, chiaramente si vede che è scritto più di 10 anni fa e non può tenere conto degli eventi successivi, ma quel che dice nella conclusione in parte si è avverato, anche se il problema sociale mostruoso della facilità di prescrizione di farmaci che dan dipendenza egli Usa è ancora una piaga epocale e provoca migliaia di morti all'anno.
Ultima cosa: no, purtroppo non tutto quel che si trova sul forum è affidabile....ma il resoconto di un processo lo è.
Comunque, se Michael ti parla, io mi arrendo [SM=g5818181] !

Antonino: non ho voglia di andar a cercare sulla faccenda telecamere: che ce ne fossero all'esterno lo so bene e tutti abbiam visto le immagini. Ma che le avesse in camera, fossero funzionanti e siano spariti dei nastri sinceramente non lo ricordo e mi sembra strano: a che scopo filmarti quando sei in camera da letto??
Col rischio che un dipendente infedele venda il tutto al primo tabloid, poi?
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:27 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com