Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it


- Visita il website del FanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)






- THE JACKSON CAFÈ -

Vuoi conoscere davvero tutto di Michael Jackson? Sei nella sezione giusta!

Qui potrai leggere e pubblicare Approfondimenti, Testimonianze, Documenti e Aneddoti.

New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Vote | Print | Email Notification    
Author
Facebook  

[testimonianze] La vera anima di Neverland raccontata dall'ex bodyguard di Michael Jackson, Violet Gaitan-Silva

Last Update: 6/6/2019 12:27 PM
Email User Profile
Post: 7,388
Registered in: 7/18/2009
Gender: Male
Vice Amministratore
Thriller Fan
Direzione
OFFLINE
6/4/2019 11:40 PM
 
Quote



Ho lavorato 16 anni per Michael Jackson. Quando la mia esperienza terminò, non tornai mai più al ranch. Ho trascorso il mio tempo lì per proteggerlo.

La cosa più sorprendente del mio lavoro a Neverland è stata quella di essere diventati una famiglia. Lavorare con lui mi ha fatto capire che essere capace di dare agli altri non è qualcosa che tutti possono fare.
________________________________

::: «SEI MOLTO SPECIALE» :::

La maggior parte della gente non sa che Michael ha dedicato così tanto tempo a ogni dettaglio del ranch e allo scopo che ad esso aveva attribuito.

Il messaggio per ogni visitatore di Neverland era: «Sei molto speciale». Noi abbiamo rappresentato lui, l'amore e la cura che Michael voleva trasmettere alle persone.

Venivano in visita tanti bambini con malattie terminali, ed è stato molto toccante vederli prendere improvvisamente vita. Ogni gruppo ha portato con sé la propria energia e ci ha lasciato un senso di gratitudine per aver trascorso del tempo con loro.

È stato incredibile vedere bambini svantaggiati trascorrere la giornata a fare ciò che desideravano.
________________________________

::: IL BENE MAI RACCONTATO :::

Michael ha fatto anche un sacco di cose buone per la gente del posto. C'era una scuola dall'altra parte della strada, e spesso lasciava che gli addestratori del suo zoo portassero gli animali lì per i bambini, che avrebbero potuto toccare i serpenti o i pappagalli. Lo ha fatto anche per altre scuole di Santa Barbara.

Poche volte Michael usciva per salutare i piccoli ospiti di Neverland. Se lo avesse fatto, tutta l'attenzione si sarebbe concentrata su di lui, e voleva che i bambini si divertissero. Era così carismatico che anche le formiche lo avrebbero seguito.

Contribuire a rendere il ranch un luogo sicuro per crescere i suoi figli, e vederlo come genitore, è stata la cosa più sorprendente. Era incredibile guardarlo mentre si prendeva cura di loro, che lo hanno amato così tanto. È stato un privilegio farne parte.





::: «NEVERLAND ERA UNA COSA VIVA» :::

Quando tornava dopo una lunga assenza, gli dicevo: «Benvenuto a casa, Neverland ha sentito la tua mancanza».

Neverland era una cosa viva che richiedeva la sua presenza, che sentiva la sua mancanza. Aveva bisogno del suo tocco, del suo calore e dei suoi pensieri. Lui solitamente ricambiava la mia frase con un sorriso.

La sua visione era il nostro scopo e la nostra missione. Lui era il battito del cuore di Neverland, e dentro di essa ci ha fatto respirare vita.
________________________________

::: UNA PERSONA NORMALE :::

Michael non era quella persona eccentrica che tutti pensavano fosse. Non è mai stato difficile lavorare con lui. Era una persona coi piedi per terra, divertente e spontanea.

Una volta guidò la sua golf cart verso una delle due scuole lungo la strada di Neverland e si mise a giocare a basket con gli studenti. Un'altra volta uscì e, all'improvviso, ci chiamò: c'era questo enorme gruppo di ragazzi che entravano con lui nel ranch per trascorrere un paio d'ore di divertimento
________________________________

::: IL POTERE DELL'AMORE :::

Penso che il suo messaggio sia senza tempo e che andrà avanti all'infinito. In tutto ciò che ha fatto e ottenuto, ha sempre diffuso un buon messaggio. Avrebbe potuto rinunciare molte volte, quando fu giudicato pubblicamente, ma continuò a lottare fino alla fine.

Dopo la sua morte, mi sono reso conto di come essere circondato da lui, essere influenzato da lui e dalla sua generosità, mi abbia cambiato in modo profondo. Realizzare il suo messaggio, che era il potere dell'amore, è davvero l'unico modo per superare le cose.

Avrei voluto ringraziarlo per questo, ma non ce n'è mai stata la possibilità. Però forse sapeva come mi sentivo. Sono sicuro che lo sapeva.

Se potessi dire qualcosa ora, sarebbe: «Ti voglio bene, grazie per essere mio amico».
____________________________

- Violet Gaitan-Silva, bodyguard di Michael Jackson. Tratto dal libro A Life For LOVE, di Brigitte Bloemen (2013).

Post a cura di Vincenzo Compierchio per il Michael Jackson FanSquare.
[Edited by Compix83 6/6/2019 12:27 PM]
Email User Profile
Post: 240
Registered in: 4/12/2019
Gender: Female
Number Ones Fan
Thriller fan
OFFLINE
6/5/2019 12:11 PM
 
Quote

Piacevole leggere così tanto amore. Rincuora ogni parola. Ha saputo descrivere un po di Michael Jackson 💖 con semplicità e verità (mi auguro l'attendibilità). Ultimamente sento che tanti non hanno potuto dirli quel Grazie abbastanza. E mi da speranza...

Forever with you MJJ
You are engraved in my heart ♥
Email User Profile
Post: 12,684
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Collaboratore
Thriller Fan
News & Rumors
OFFLINE
6/5/2019 5:04 PM
 
Quote

[SM=g5818274]


Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:22 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com