Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it


- Visita il website del FanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, CLICCA QUI)




- Menù -



New Thread
Reply
 
Vote | Print | Email Notification    
Author
Facebook  

[top news] "Leaving Neverland" - il nuovo documentario diffamatorio su Michael Jackson

Last Update: 11/26/2020 1:40 AM
Email User Profile
Post: 12,503
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
4/15/2019 7:09 PM
 
Quote

Re:
LOREMJ, 15/04/2019 18.46:

Non è così.
Un esempio
Il programma Amici, ci sono persone che se ne intendono di musica e continuano a fare il nome di Michael tranquillsmente, parlandone come un genio della danza, sia i ballerini che i prof..... quando ne parlano lo fanno con ammirazione.
Anche sabato sera hanno ballato sulla musica di In the closet
Te vedi troppo nero
Secondo me a parte lo schock del momento nulla è cambiato rispetto a prima.
Chi lo amava lo ama ancora, chi lo odiava prima, lo odia adesso, ma la sua musica sopravviverà sempre




Mi sembra strano che solo io veda i danni fatti. [SM=g5818204]

Meglio così che ti devo dire? [SM=g5818205]



::: FAN dal 1991 - Presente sul FORUM dal 2002 :::
Email User Profile
Post: 17
Registered in: 3/20/2019
Location: GRUGLIASCO
Age: 57
Gender: Male
This Is It Fan
OFFLINE
4/15/2019 7:16 PM
 
Quote

LOREMJ, 15/04/2019 18.46:

Non è così.
Un esempio
Il programma Amici, ci sono persone che se ne intendono di musica e continuano a fare il nome di Michael tranquillsmente, parlandone come un genio della danza, sia i ballerini che i prof..... quando ne parlano lo fanno con ammirazione.
Anche sabato sera hanno ballato sulla musica di In the closet
Te vedi troppo nero
Secondo me a parte lo schock del momento nulla è cambiato rispetto a prima.
Chi lo amava lo ama ancora, chi lo odiava prima, lo odia adesso, ma la sua musica sopravviverà sempre

Infatti...insisto, chi insegna musica alle medie, come me, ha molte classi (9). Fate un conto considerando una media di 22 alunni per classe e raddoppiate per i genitori. Non ho ricevuto nemmeno una misera lamentela, anzi...e si parla di genitori di ragazzini con un'età compresa tra gli 11 e i 14 anni, dunque...Vi dirò di più, semmai molti di loro si sono espressi in tutt'altra direzione. I genitori di una mia alunna hanno i biglietti acquistati per il concerto "This is it" inquadrati in salotto.
Infine, una delle prime domande che mi pongono gli alunni di prima, a settembre, è invariabilmente questa: "Quando faremo le canzoni di Michael Jackson"?
LN è stato senza dubbio un duro colpo, va bene, ma per fare bilanci attenderei ulteriori sviluppi.
Buona serata a tutti 🤗
Email User Profile
Post: 12,504
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
4/15/2019 8:06 PM
 
Quote

- LACHAPELLE SBARCA A ROMA -

CI SARÀ ANCHE MICHAEL JACKSON

Dal 18 Aprile al 18 Giugno 2019, la Galleria Mucciaccia di Roma ospiterà la mostra "David LaChapelle", dedicata all'omonimo artista statunitense. Tra le varie opere presenti, anche i tre celebri ritratti di Michael Jackson.

Proprio quattro giorni fa, LaChapelle aveva difeso il Re del Pop dalle infamanti accuse di "Leaving Neverland", pubblicando sul suo profilo Instagram la foto sottostante accompagnata dalla seguente didascalia:

«Luce sulle tenebre. Le preghiere sono state esaudite. La verità è rivelata. Vittoria contro l'avidità e le bugie».

Un motivo in più per andarlo a visitare. ;)

Potete raggiungere la Galleria Mucciaccia all'indirizzo Largo della Fontanella di Borghese, 89, Roma.





::: FAN dal 1991 - Presente sul FORUM dal 2002 :::
Email User Profile
Post: 879
Registered in: 7/31/2009
Location: PESCARA
Age: 50
Gender: Female
HIStory Fan
OFFLINE
4/15/2019 8:38 PM
 
Quote

L'Italia è un discorso a parte. Purtroppo non è rappresentativa del resto del mondo, perchè quì frega poco delle star straniere e altrettanto dei pettegolezzi a loro carico (grazie a Dio).
In America però Michael Jackson è sempre rimasto e sempre rimarrà colpevole da quel 1993, soprattutto per i bianchi (benpensanti e bacchettoni).
In Europa, credo l'opinione sia piuttosto divisa in Gran Bretagna e negli altri paesi Michael se la cava ancora bene. Forse vacilla l'Australia, se non altro perchè Robson è australiano.


You're just another part of me
Email User Profile
Post: 18
Registered in: 3/20/2019
Location: GRUGLIASCO
Age: 57
Gender: Male
This Is It Fan
OFFLINE
4/15/2019 8:46 PM
 
Quote

kate70, 15/04/2019 20.38:

L'Italia è un discorso a parte. Purtroppo non è rappresentativa del resto del mondo, perchè quì frega poco delle star straniere e altrettanto dei pettegolezzi a loro carico (grazie a Dio).
In America però Michael Jackson è sempre rimasto e sempre rimarrà colpevole da quel 1993, soprattutto per i bianchi (benpensanti e bacchettoni).
In Europa, credo l'opinione sia piuttosto divisa in Gran Bretagna e negli altri paesi Michael se la cava ancora bene. Forse vacilla l'Australia, se non altro perchè Robson è australiano.

Probabile, ma almeno conforta sapere che LN non sia riuscito a distruggere l'immagine di M.J. ovunque...
Email User Profile
Post: 39
Registered in: 1/19/2013
Gender: Male
King Of Pop Fan
OFFLINE
4/15/2019 9:34 PM
 
Quote

::: LA JULIEN SBUGIARDA SAFECHUCK :::

IL MISTERO DELLA GIACCA DI "THRILLER"

Dopo la stazione ferroviaria fantasma e il letto inesistente, sta emergendo una terza, clamorosa bugia nella storia raccontata da James Safechuck in "Leaving Neverland". E, stavolta, a smascherarla è nientedimeno che la Julien's Auctions, una delle più importanti case d'asta al mondo.
________________________________

::: LA BUGIA IN "L. NEVERLAND" :::

Nella fiction diretta da Dan Reed, infatti, Safechuck afferma, sorridendo e ridacchiando:

«Eravamo vicini all'armadio e stavamo guardando della roba. Poi [Michael] mi disse che avrei potuto scegliere una giacca. Avrei potuto averla, sarebbe stata mia. Scelsi LA giacca di "Thriller", naturalmente. Puntai al massimo. E la portai a casa. La indossai al supermercato».

Da specificare che in "Leaving Neverland", stranamente, non viene mostrata alcuna foto di Safechuck con la giacca, né la giacca stessa. Semplicemente, si vede una parte del videoclip di "Thriller" in cui MJ indossa l'iconica giacca in pelle rossa.
________________________________

::: LA BUGIA IN TRIBUNALE (2014) :::

Versione che trova conferma nella denuncia di Safechuck alle società di Michael Jackson, datata 24 Luglio 2014, nella quale vengono aggiunti ulteriori dettagli. Tenete presente che nella denuncia ci si riferisce a Jackson come «il defunto» e a Safechuck come «il querelante»:

«Il defunto lasciò che il querelante toccasse e giocasse con le sue tante giacche. Il deceduto lasciò che il querelante provasse la giacca di "Captain EO" e gli regalò LA giacca di "Thriller".

Il defunto si riprese la giacca "Thriller" pochi anni dopo, dicendo che la giacca sarebbe ancora appartenuta al querelante, ma che avrebbe dovuto esibirla in un museo. Il defunto disse al querelante che ci sarebbe stata una targa con su scritto: 'In prestito da Jimmy Safechuck'.

Nel frattempo, il defunto lasciò che il querelante scegliesse tra due delle altre giacche usate nel video di "Thriller": la giacca "zombie" e quella "pulita"».
________________________________

::: LA SMENTITA DELLA JULIEN :::

Ma come un fulmine a ciel sereno, il 10 Aprile 2019 la Julien's Auction pubblica un tweet di risposta a un fan di MJ, nel quale dichiara:

«Michael Jackson non ha mai regalato a Jimmy la vera giacca di "Thriller". Michael Jackson la consegnò a Dennis Tompkins e Michael Lee Bush durante la Bad Era, ed è stata in loro possesso fino a quando non fu venduta dalla Julien's Auction nel Giugno 2011».

Purtroppo per lui, anche Safechuck ritiene di aver ricevuto la giacca durante la Bad Era, ad "abusi" già iniziati, tenendosela per alcuni anni (durante i quali, però, non pensò mai di scattare una foto). Evidentemente qualcosa non torna?
________________________________

::: LE TRE GIACCHE DI "THRILLER" :::

A questo punto, facciamo chiarezza: quante giacche furono utilizzate da Michael Jackson nel cortometraggio di "Thriller"? Precisamente tre, in pezzi unici:

1) LA giacca di "Thriller" per antonomasia, quella in pelle rossa che vedete nella foto (tra l'altro realizzata in Italia, nel polo conciario di Solofra, in provincia di Avellino).
Essa fu regalata da MJ agli stilisti Dennis Tompkins e Michael Bush nella seconda metà degli anni '80, ed è stata venduta dalla Julien's Auction, il 28 Giugno 2011, per la bellezza di 1,8 milioni di dollari.

2) La giacca identica alla precedente ma stracciata, indossata da MJ dopo essersi trasformato in zombie.
È oggi esposta nel "Rock and Roll of Fame Museum" di Cleveland, Ohio (Stati Uniti), insieme a una placca in cui si legge: «Collection of Michael Jackson». Nessun riferimento, ovviamente, a James Safechuck.

3) La "college jacket" con la "M" cucita sul petto, indossata da MJ durante la trasformazione in lupo mannaro.
Dal 2009 è esposta nel "Grammy Museum" di Los Angeles, California (Stati Uniti). Anche qui, nessun riferimento a James Safechuck.

Quando in "Leaving Neverland" Safechuck parla della giacca che Michael gli avrebbe regalato, viene mostrata la parte del videoclip in cui Jackson indossa la giacca numero 1. Quella che, nell'immaginario collettivo, è sempre stata LA giacca di "Thriller". Nessun'altra.

E non vale neanche l'ipotesi che MJ abbia regalato a Safechuck una copia. Visto che, come dichiarato da lui stesso, la giacca sarebbe stata poi «esposta in un museo».

Complimenti per quest'ennesima figura barbina, James.
________________________________

Post a cura di Vincenzo Compierchio dal nostro Gruppo Facebook Michael Jackson FanSquare • ITALIA. Foto di Eric Di Scenza.

Grazie anche ad Antonella Cucci, Marco Di Gregorio, Elisabetta Righi, Roberta Cassano e Laura Boggioni per la collaborazione.

Email User Profile
Post: 10
Registered in: 4/12/2019
Gender: Female
Utente Certificato
This Is It Fan
Thriller fan
OFFLINE
4/16/2019 9:38 AM
 
Quote

Grazie staff. È importante e sono molto emozionata e felice che pian piano si potrà parlare di Michael Jackson x ciò che realmente è. Una leggenda unico raro insostituibile.
Forever with you M J J love you and your voice

Forever with you MJJ
You are engraved in my heart ♥
Email User Profile
Post: 4,259
Registered in: 11/26/2010
Location: ROMA
Age: 105
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
4/18/2019 3:16 PM
 
Quote

Mjfs Michael Jackson FanSquare
1 h ·

«CHIEDETEGLI SCUSA, SCIACALLI»

STEPHANIE MILLS DIFENDE MICHAEL


«Viviamo questo nuovo stile di vita dove essere i primi è meglio che essere corretti.

Hanno calunniato il suo nome, hanno cercato di rovinare la sua immagine. Volevano le valutazioni, volevano i like e i clic. E tutto ciò che hanno ottenuto è stato imbarazzo e umiliazione, perché sono degli sciacalli.

HBO, Oprah Winfrey e tutti coloro che sono coinvolti devono chiedere scusa al mio amico Michael Jackson, alla sua famiglia e ai suoi amici, per quello che hanno fatto.

Voglio davvero che ci mettiate la stessa energia nel porre rimedio a ciò che tutti voi sapevate essere sbagliato, quando vi siete seduti insieme a due individui con zero credibilità e avete dato loro la parola.

Non potete biasimarli per averci provato. Tuttavia, quando i pro si abbassano... Noi voliamo in alto!

A Dio non piacciono le cose brutte, e anche lui non è così bello. Ciò che avete fatto è stato poco professionale e brutto! Dobbiamo comportarci meglio e smetterla di attaccare le persone che non sono più qui per difendersi.

Ti amo e mi manchi, Michael. Vai avanti amico mio, e danza un Moonwalk sulla tua grandezza. Perché nessuna arma puntata contro di te prospererà 🙏🏾🙏🏾🤴🏽🤴🏽🎤🎶».
______________________________

- Stephanie Mills, cantante e attrice statunitense. Instagram, 11 Aprile 2019.

Email User Profile
Post: 4,260
Registered in: 11/26/2010
Location: ROMA
Age: 105
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
4/18/2019 3:31 PM
 
Quote

Il co-esecutore di Michael Jackson John Branca dice che sta considerando la possibilità di fare causa al direttore di "Leaving Neverland" Dan Reed
di Claudia Rosenbaum 16/04/2019



"Quelle persone hanno inventato una terribile storia perché volevano soldi e noi non permetteremo che questo non venga verificato", ha detto Branca dopo una conferenza ad Harvard.

Il co-esecutore dell'Estate di Michael Jackson John Branca ha parlato pubblicamente per la prima volta di Leaving Neverland il 16 aprile e ha indicato che ulteriori controversie - questa volta contro il regista del documentario Dan Reed - potrebbero essere imminenti.

Branca e due degli altri membri del team legale dell'Estate di Jackson, Howard Weitzman e Bryan Freedman, sono stati i principali partecipanti alla tavola rotonda intitolata "Trial by Media: Guilty Until Proven Innocent" presentato all'Harvard's Institute of Politics di Cambridge, Massachusetts.

Gli avvocati hanno avuto parole dure per il documentario e per Reed, raccontando ad un pubblico di circa 20 persone che erano determinati a difendere e ricostruire la reputazione di Jackson a seguito di Leaving Neverland, che conteneva inquietanti e grafiche testimonianze in prima persona della presunta pedofilia di Jackson, ma non ha dato all'Estate la possibilità di rispondere a queste accuse.

Con una causa già in corso contro la HBO - in febbraio, la proprietà ha intentato una causa da 100 milioni di dollari contro la rete via cavo a pagamento, sostenendo di aver violato una clausola di non denigrazione contenuta in un accordo del 1992 per la premiere del film concerto di Jackson, Live in Bucarest: The Dangerous Tour -- Branca ha detto che lui e gli avvocati dell'Estate stanno ora valutando un'azione legale direttamente contro Reed, anche se non ha specificato i motivi che lo spingono a intentare una causa.

In risposta ai commenti di Branca, un portavoce della HBO ha detto: "Dan Reed è un regista affermato e premiato e abbiamo piena fiducia nel suo film".

Per Branca, 68 anni, che conosceva personalmente Jackson, il documentario è stato un colpo basso. "Quelle persone hanno inventato una fottuta storia perché volevano soldi e noi non permetteremo che questo passi inosservato", ha detto Branca a Billboard dopo l'evento. "E' così semplice".

Ha detto che l'Estate è stata presa alla sprovvista dal film perché è stato fatto "in totale segretezza". Ha detto che né HBO né Reed hanno dato all'Estate l'opportunità di chiarire le imprecisioni o di presentare il lato di Jackson negli eventi che coinvolgono Wade Robson e James Safechuck. Per Branca, Freedman e Weitzman, il trattamento di Jackson da parte dei media è stato unilaterale e reso possibile dal fatto che non esiste una protezione diffamatoria per il defunto.
Branca crede che la legge sulla diffamazione dovrebbe essere riconsiderata.

Poiché le leggi della diffamazione sono quelle che sono, non c'è niente che possiamo fare o dire", ha detto Branca. "L'uomo può essere danneggiato, i suoi figli possono essere feriti e teoricamente non si può fare nulla. Sto suggerendo che la legge dovrebbe essere cambiata per proteggere il defunto almeno per un periodo di tempo. Perché si tratta della verità, dell'equità e dell'equilibrio".

"Il documentario di Dan Reed è pieno di imprecisioni, bugie e cose che sapevano non essere vere", ha detto Branca a Billboard. "Dovrebbero vergognarsi".

Branca ha detto che capisce che la gente potrebbe dire che è di parte perché ha un interesse finanziario nel patrimonio di Jackson. Nei 10 anni trascorsi dalla morte di Jackson nel 2009, la ricchezza della proprietà è cresciuta in modo esponenziale sotto la guida di Branca. Billboard calcola che il catalogo musicale di Jackson da solo vale ora più di 570 milioni di dollari, e come co-esecutore Branca riceve una commissione del 10% sui nuovi ricavi da intrattenimento generati per l'Estate. "È un fatto che non nego", ha detto Branca, ma ha aggiunto che la sua lotta per riabilitare il nome di Jackson è più una questione di equità che di denaro.

"Ho conosciuto l'uomo, ho avuto i miei sentimenti per l'uomo, e non mi piace quello che è successo dove non si può sentire l'altro lato della storia", ha detto Branca durante la presentazione del convegno. "Ci sono implicazioni e ripercussioni nel mondo reale quando qualcuno dice qualcosa come è stato detto [in Leaving Neverland]".

Branca ha detto che l'Estate era su una traiettoria ascendente prima del documentario e ha avuto un calo. Ha aggiunto, però, che le vendite in streaming sono ancora in crescita rispetto all'anno scorso.

"Speriamo che la verità venga fuori, che vengano fuori altri fatti e che la gente presti attenzione a entrambi i lati della storia," ha detto Branca. Dal punto di vista della società, voglio che la gente si senta a suo agio dicendo: "Amo la musica di Michael".

"Michael", ha detto Branca a Billboard, "è troppo grande per fermarlo".

www.billboard.com/articles/news/8507510/michael-jackson-estate-hits-back-leaving-n...

Traduzione a cura di rosi@ per Michael Jackson FanSquare
Email User Profile
Post: 14
Registered in: 4/12/2019
Gender: Female
Utente Certificato
This Is It Fan
Thriller fan
OFFLINE
4/18/2019 3:35 PM
 
Quote

In ginocchio devono chiedere scusa ed è pure poco considerato i danni fatti all'immagine di Michael. Anche se sono sempre del parere che chi lo ama non ha mai avuto dubbi e mai li avrà. Chi lo ama sarà forever with MJJ. Forever and always only with you my king 👑. Love you

Forever with you MJJ
You are engraved in my heart ♥
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:34 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com