Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it


- Visita il website del FanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)





New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

[top news] "Leaving Neverland" - il nuovo documentario diffamatorio su Michael Jackson

Last Update: 9/1/2019 6:04 PM
Email User Profile
Post: 389
Registered in: 5/12/2010
Location: MARACALAGONIS
Age: 37
Gender: Male
Number Ones Fan
OFFLINE
3/19/2019 6:34 AM
 
Quote

Questa mattina sul profilo Instagram di MjBeats ho trovato questo comunicato della Estate.
Ho dovuto dividerlo in 3 parti perché non riesco a caricare più di uno screenshot per post..
Scusate
Email User Profile
Post: 390
Registered in: 5/12/2010
Location: MARACALAGONIS
Age: 37
Gender: Male
Number Ones Fan
OFFLINE
3/19/2019 6:34 AM
 
Quote

Email User Profile
Post: 391
Registered in: 5/12/2010
Location: MARACALAGONIS
Age: 37
Gender: Male
Number Ones Fan
OFFLINE
3/19/2019 6:35 AM
 
Quote

Email User Profile
Post: 12,380
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Collaboratore
Thriller Fan
News & Rumors
OFFLINE
3/19/2019 8:41 AM
 
Quote

Comunicato della MJ ESTATE (19 marzo 2019)

Le ultime settimane sono state una sfida per tutti quelli che amano Michael. Molti di voi hanno chiesto un aggiornamento da parte dell’Estate e ho la seguente dichiarazione da condividere.
Vogliamo iniziare ringraziando di nuovo tutti i fan di Michael nonché il nipote di Michael, Taj, sua nipote, Brandi e i suoi fratelli, Jackie, Marlon e Tito, Grace Rwaramba, Aaron Carter, Brett Barnes, Stephanie Mills e tutti altri, in tutto il mondo, che hanno parlato a suo nome. Vogliamo anche dare credito, tra i media, a tutti coloro che hanno fatto il loro lavoro di giornalisti valutando i fatti, notando come sono stati ignorati in “Leaving Neverland” perché non rientrava nel progetto - unilaterale - del regista di denigrare l'eredità di Michael.

Vogliamo anche fornire un breve aggiornamento sui nostri sforzi e condividere con voi alcune riflessioni delle ultime due settimane. Condividiamo la vostra frustrazione e la vostra rabbia per il fatto che un uomo, che è stato ritenuto innocente in un tribunale quand’era in vita, oggi viene attaccato, sfruttato finanziariamente e insultato da intere categorie e da individui che oggi fanno certe accuse perché lui non è più qui per difendersi.

Oltre alle nostre dichiarazioni pubbliche sulla nostra posizione su “Leaving Neverland“, i nostri sforzi legali continuano. Anche se non sarebbe prudente divulgare pubblicamente la nostra strategia e elencare i nostri sforzi, possiamo dire che ci impegneremo a dimostrare le responsabilità di HBO e di Channel 4 per la loro strampalata e non corroborata diffamazione dell'eredità di Michael. Molti di voi hanno chiesto perché stiamo puntando ad un arbitrato aperto. La risposta è semplice: crediamo che il pubblico meriti di sapere come è nata “Leaving Neverland», perché non è mai stata cercata alcuna contraddittorio, perché così tanti fatti sono stati ignorati e perché tante persone che sono state diffamate non sono state contattate per fornire la loro versione dei fatti. È scandaloso che una macchia così unilaterale sia mai stata permessa in aria senza alcuna possibilità di confronto. Sappiamo tutti che se Michael fosse ancora vivo un documentario del genere non sarebbe mai stato mandato in onda.

Abbiamo anche altre iniziative, fuori dal campo legale, che riveleremo al momento opportuno. Ciò che è importante per noi, e lo è sempre stato, è che continueremo ad avere la prospettiva lunga che abbiamo avuto nell'ultimo decennio. Ciò significa non fare nulla di avventato che darebbe a HBO, Channel 4, al regista del film e, soprattutto, ai soggetti del film, ciò che più bramano ora. Cercano solamente la maggior attenzione possibile per il un documentario che, senza dubbio, non ha finora ottenuto i risultati sperati nonostante i media abbiano fatto tutto il possibile per vendere questo film agli spettatori. Ma vista l'enorme attenzione e la libera pubblicità che i media hanno dato a questo film, i numeri chiaramente non hanno ripagato l’attesa nei paesi in cui è andato in onda, con molti spettatori che hanno deciso di smettere di guardarlo dopo la prima parte.

Riconosciamo che la stampa spesso ingrandisce ogni affronto relativo a questo film. Ma dal nostro punto di vista l'impatto reale di questo documentario sul pubblico e il loro comportamento non è stato così significativo come i media vogliono farci pensare. Mentre vorrebbe farvi credere diversamente, possiamo confermare che il consumo della musica di Michael non è diminuito e i suoi numeri nello streaming non sono diminuiti per colpa di questo documentario. Ciò conferma che, oltre a quelli di noi che conoscono la verità su Michael, anche coloro che potrebbero non capire le eccentricità di Michael e il modo in cui ha scelto di vivere la sua vita al di fuori delle norme della società continuano a scegliere e apprezzare l'arte che ha creato. Abbiamo rivenditori in tutto il mondo che vendono con orgoglio la merce di Michael Jackson. Abbiamo una stima approfondita di una quantità significativa di dati che i fan non vedono e stiamo lavorando 24 ore su 24, dietro le quinte, per sintetizzare al meglio tutte le informazioni e il da farsi.

Stiamo anche assistendo ad un netto scollamento tra la ricezione del film da parte degli spettatori di tutti i giorni e i media mainstream. Nonostante si tratti di propaganda, molti spettatori stanno notando l'unilateralità, le affermazioni esagerate, il dialogo messo in scena e altre drammatizzazioni. Si sono resi conto che ciò a cui “Leaving Neverland“ si riduce è un lavoro di marketing volto a convincere gli spettatori che Michael Jackson non è l'uomo che milioni di persone conoscono e amano, compresi i due soggetti del film e le loro famiglie fino a quando non scelgono di fare causa per centinaia di milioni di dollari. Dato che le persone hanno avuto il tempo di digerire “Leaving Neverland“ e comprendere i fatti, molti stanno riconoscendo che non possono prenderlo per oro colato. Siamo particolarmente orgogliosi dei fan di Michael e di quelli che continuano a difenderlo sottolineando le numerose incongruenze e difetti del film. Numerose persone che hanno studiato ogni aspetto di questi casi hanno messo in luce tanti buchi nelle storie dei due soggetti. Alcuni critici e tanti altri stanno ora ammettendo con coraggio che, pubblicamente, dopo aver studiato i fatti, la loro visione del film è cambiata di 180 gradi.

Michael Jackson non può essere messo a tacere, e nemmeno i suoi fan, se sono quelli che ascoltano con orgoglio la sua musica nelle piazze pubbliche per mostrare il loro sostegno, come il proprietario del bar in Nuova Zelanda che ha fatto ascoltare le sue canzoni tutto il giorno per protestare contro “Leaving Neverland“ o quelli che sventolano poster e cartelli in giro per le città proclamando la sua innocenza. Come predisse Michael 25 anni fa, la verità sarà la sua salvezza.

L’Estate di Michael Jackson
Grazie per il Vostro continuo sostegno a Michael e alla sua eredità.

Con affetto,
Alicia
mjonline
Il team ufficiale online di The Michael Jackson Estate ™
[Edited by DOUBLE-D 3/19/2019 8:52 AM]


Email User Profile
Post: 55
Registered in: 11/13/2018
Location: COLLEGNO
Age: 62
Gender: Male
Visionary Fan
OFFLINE
3/19/2019 11:33 AM
 
Quote

GRANDE RUSSIA!!!!!!! Prendiamo esempio!!!💖
Grazie Ciuchino e DD per il vostro incessante impegno !
[Edited by Ivana.57 3/19/2019 11:43 AM]
Email User Profile
Post: 4,187
Registered in: 11/26/2010
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
3/19/2019 12:38 PM
 
Quote

Taj Jackson‏Account verificato @tajjackson3
Is there a legal way to change Leaving Neverland from Documentary to Fiction?
A documentary is Nonfiction.
Nonfiction: “Writing or cinema that is about FACTS and REAL EVENTS”
LN has not one single fact in it, and we are now discovering that even the “real events” are lies.
12:28 - 17 mar 2019


C'è un modo legale per cambiare "Leaving Neverland" da documentario a fiction?
Un documentario è Nonfiction (realtà).
Nonfiction:
"Scrivere o fare cinema che parla di FATTI e di EVENTI REALI".
LN non ha un solo fatto, e ora stiamo scoprendo che anche gli "eventi reali" sono menzogne.
Email User Profile
Post: 4,188
Registered in: 11/26/2010
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
3/19/2019 12:39 PM
 
Quote

Email User Profile
Post: 12,381
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Collaboratore
Thriller Fan
News & Rumors
OFFLINE
3/19/2019 12:45 PM
 
Quote

THRILLER DOMINA SPOTIFY
SUPERATI 1.3 MILIARDI DI ASCOLTI

Dopo l'aumento del 10% delle vendite dei suoi album negli Stati Uniti, e la scalata di ben 33 posizioni del greatest hits "Number Ones" nella classifica britannica, la musica del Re del Pop continua a dimostrarsi più forte di qualsiasi calunnia.

Nella giornata di ieri, infatti, il leggendario album "Thriller" di Michael Jackson ha superato il miliardo e trecentomila ascolti unitari su Spotify. Un risultato straordinario per quello che è, e rimarrà per sempre, il disco più venduto nella storia della musica.


Email User Profile
Post: 12,382
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Collaboratore
Thriller Fan
News & Rumors
OFFLINE
3/19/2019 12:47 PM
 
Quote

Leaving Neverland", Recensione di Geraldine Hughes, Autrice di "Redemption The Truth Behind the Michael Jackson Child Molestation Allegation".
Geraldine Hughes è l'autrice del libro "Redemption: The Truth Behind The Child Molestation Allegation", libro uscito nel 2004, e ha sostenuto l'innocenza di Michael Jackson dal 1993, perchè lei lavorava per Barry Rothman che rappresentava Evan Chanlder, il padre del 13enne accusatore, ed è stata una testimone oculare del piano di estorsione che diede vita alle false accuse di molestie su minori.

Sono andata a Sundance 2019 per vedere il documentario di HBO "Leaving Neverland" di Wade Robson e James Safechuck. Al termine del documentario, il pubblico, che consisteva principalmente in reporter e Media, ha applaudito la visualizzazione e il regista Dan Reed, che è arrivato sul palco con Wade e Jimmy per fare un domanda e risposta sul documentario.

Il documentario è iniziato fornendo dettagliate informazioni sull'infanzia di entrambi, in che modo hanno conosciuto Michael Jackson, ed entrambi le madri sono presenti nel documentario dall'inizio alla fine. Il documentario stava strategicamente cercando di farvi innamorare di Wade e Jimmy cominciando proprio da quando erano bambini mostrando tanti loro filmati da piccoli, cosi come delle loro belle madri. C'era anche una nonna nel film.

Wade e Jimmy hanno iniziato a descrivere il presunto abuso sessuale da parte di Michael Jackson, lui diventa estremamente dettagliato, includendo che MJ ha baciato il suo intimo, ha infilato il suo dito nel suo sed...e gli ha fatto baciare i suoi capezzoli mentre lui eiaculava. Wade ha parlato per la maggior parte del tempo continuando a ripetere che MJ lo ha molestato dai 7 ai 14 anni ogni volta che i due stavano insieme.

Il documentario era diviso in due parti e ogni parte era di 2 ore. E' anche stato mostrato il culmine della carriera di Wade come coreografo lavorando con Brittney Spears e gli N-sinc. Ha mostrato la carriera di Jimmy come musicista ed entrambi che sposano bellissime mogli. L'unica cosa che è mancata a questo documentario di 4 ore è stata la musica del violino che suona perchè era ovviamente un lavaggio del cervello e influenzava il pubblico a credere che Wade e Jimmy fossero questi due angeli che hanno iniziato da bambini carini con buone carriere, belle mogli e famiglie che hanno approfittato di Michael Jackson.

Il documentario non ha fornito informazioni attuali, quali, Wade e Jimmy non sono più i ragazzini carini, ma ormai tra i 25 e i 30 anni, che le carriere di entrambi si stavano eclissando, e che un anno dopo il fallito tentativo di Wade di ottenere l'incarico di lavorare con la tenuta di MJ su Michael One, hanno intentato una causa civile per 1,5 miliardi di dollari contro la tenuta di Michael Jackson per la loro prima accusa di molestie su minori. Il documentario mette in chiaro che in nessuna occasione Wade e Jimmy ne hanno parlato a qualcuno prima di presentare la loro denuncia di essere stati molestati da Michael Jackson.

In effetti, quando emersero le accuse di Jordan Chandler nel 1993, la madre di Jimmy gli aveva chiesto ripetutamente se Michael aveva fatto qualcosa di inappropriato, e la risposta di Jimmy a sua madre fu "no".

Il documentario è stato attento ad inserire scene tratte dall'accusa del 1993 di Jordan Chanlder. Lascia anche dedurre che Michael non aveva più interesse per loro perchè lui presumibilmente aveva un nuovo bambino. Ha incluso l'interrogatorio della polizia della descrizione di Gavin Arviso delle molestie che lui ha sostenuto gli erano accadute. Ha mostrato l'arresto di Michael Jackson e in manette.

Non ci è voluto molto per chi conosce i fatti che circondando le due precedenti accuse di Jordan Chandler e Gavin Arviso, a riconoscere che il film stava ritraendo una storia unilaterale di abusi su minori, inserendo solo accuse di molestie su minori fornite senza fatti, trascinando il pubblico con suggerimenti subliminali, usando messaggi vocali lasciati da MJ insinuando qualcosa di cinico, quando il messaggio vocale stava innocentemente dicendo ciao e spero di vederti presto. Il documentario ha impiegato l'intera Parte 2 per cercare di spiegare perchè Wade e Jimmy hanno mentito due volte sotto giuramento sul fatto di essere stati molestati da Michael Jackson dopo essere stato citato in giudizio nell'inchiesta del 1993, così come per la seconda accusa del 2003.

Wade Robson, sua madre e sua sorella, sono stati i testimoni chiave nella difesa di MJ nel processo per abuso di minori del 2005. Wade ha testimoniato sotto giuramento che "Michael Jackson non lo ha MAI molestato". Lui continuò a dire "che se lo avesse fatto, non sarei qui in questo momento". Quando gli venne chiesto sotto giuramento se "era mai stato toccato da Michael Jackson in maniera sessuale", la risposta di Wade fu "mai".

Wade ha anche dichiarato nel documentario che aveva una passione per diventare regista fin da bambino. Ha affermato che Michael Jackson gli disse che sarebbe diventato un grande regista un giorno, perfino più grande di Spieldman. Ho abbandonato la proiezione dicendo che lui ha finalmente fatto il suo debutto, e che Wade Robson e Jimmy Safechuck hanno fatto un ottimo lavoro recitando in questo documentario.

Durante la sessione di domande e risposte che ne è seguita, il regista Dan Reed ha detto che nella lavorazione, lui ha deciso di introdurre le loro madri per dare credibilità al documentario. Wade Robson ha affermato che non riguardava i soldi, e che voleva solo accrescere la consapevolezza sulle voci delle vittime che non sono state ascoltate.

Bene, lasciatemi concludere con il dire che Wade Robson non ha ottenuto denaro quando ha fatto richiesta di essere il capo coreografo in Michael One (perchè ha falsificato la sua esperienza e loro hanno scelto qualcun'altro), non ha ottenuto denaro quando ha intentato una causa da 1,5 miliardi di dollari contro la tenuta di Michael Jackson perchè il caso è stato respinto. Questo è, a mio parere, il ripugnante modo di rincorrere il denaro di MJ effettuando una falsa dichiarazione di molestie su minori dopo aver difeso per 20 anni la sua innocenza, usando uno scenario di abusi su minori della vita reale mentre incorpora la sua bugia. Io lo chiamo ripugnante perchè lui afferma di essere una voce per i bambini abusati, quando in realtà è lui la persona che abusa, e Michael Jackson, ancora una volta, è la vittima di crudeli menzogne.

Wade Robson si è vantato di essere un "maestro dell'inganno". O ha mentito sotto giuramento nel 1993 e nel 2003, o sta mentendo adesso. In ogni caso, ha già dimostrato di essere un bugiardo o, meglio ancora, un maestro dell'inganno.

Traduzione: MJ Thief of Hearts.


Email User Profile
Post: 12,383
Registered in: 3/3/2002
Gender: Male
Collaboratore
Thriller Fan
News & Rumors
OFFLINE
3/19/2019 12:53 PM
 
Quote

PARLA ROSLYN WITZ COHEN, AMICA DI MICHAEL -
“Ho conosciuto Michael nel 1997 in Sudafrica.I miei figli avevano poco più di 10 anni. Mai auto problemi, nealche a Neverland.” - “WADE ROBSON HA MENTITO, MJ VOLEVA SOLO FARE DEL BENE”


New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:06 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com