Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it


- Visita il website del FanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)






- THE JACKSON CAFÈ -

Vuoi conoscere davvero tutto di Michael Jackson? Sei nella sezione giusta!

Qui potrai leggere e pubblicare Approfondimenti, Testimonianze, Documenti e Aneddoti.

New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Vote | Print | Email Notification    
Author
Facebook  

[documenti] Esaudire un desiderio può aiutare un bimbo malato a guarire? Incontrare Michael Jackson pare di sì

Last Update: 12/10/2018 11:47 PM
Email User Profile
Post: 43
Registered in: 6/21/2018
Location: FOGGIA
Age: 46
Gender: Female
Moderatore
King Of Pop Fan
Redazione
OFFLINE
12/8/2018 1:02 AM
 
Quote



Uno studio scientifico condotto negli Stati Uniti si è posto questa domanda: In che modo i desideri esauditi ai bambini molto malati influenzano la loro salute?

Tiffany Rowe, una maestra di vita di 46 anni nella zona di San Francisco Bay, (attualmente fa parte della Make-A-Wish Foundation) ricorda ancora come si sentiva da adolescente, quando è salita sul palco per ballare con Michael Jackson durante il suo Bad tour.
Aveva 15 anni e si stava riprendendo da un ciclo lancinante di trattamento per una grave anemia aplastica idiopatica (praticamente una insufficienza totale del midollo osseo).
Aveva incontrato Jackson dietro le quinte prima del concerto, ma le era stato detto che ballare con lui - il suo vero desiderio - non sarebbe stato possibile. Fino a quando non si avverò.
"Ero davanti a tutte quelle persone, e sentivo la folla, ed ero calma", ricorda. "Stavo facendo ciò che desideravo, mi sentivo esattamente come avevo bisogno di sentirmi, a casa e fiduciosa. C'era stata una parte del mio corpo che mi aveva “tradita”, ma in quel momento ero di nuovo me stessa. "
Il momento è stato rivoluzionario per Tiffany Rowe, che parla di questa esperienza come un input alla sua guarigione. Uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Research suggerisce che la sua esperienza potrebbe non essere unica nel suo genere. Ma vediamo perché.
I ricercatori hanno esaminato i casi di quasi 1.000 bambini con gravi malattie che sono stati trattati presso il Nationwide Children's Hospital di Columbus, Ohio. La metà dei bambini aveva visto esauditi i propri desideri e l'altra metà no.
I bambini a cui erano stati esauditi i desideri avevano meno probabilità di andare al pronto soccorso o di avere un ricovero ospedaliero non pianificato entro due anni, rispetto ai bambini a cui non erano stati esauditi i desideri. (I ricercatori hanno confrontato le caratteristiche personali e patologiche dei bambini nello studio).
"La mia ipotesi è che questi ragazzi, quando tornano da questa esperienza forte, si sentano più coinvolti con le loro famiglie e gli operatori sanitari, e forse aderiscono di più al loro piano terapeutico", dice l'autore principale dello studio Dott. Anup D. Patel, capo sezione di neurologia al Nationwide Children's Hospital e professore associato di pediatria alla Ohio State University College of Medicine di Columbus.
"Quello che è più difficile da quantificare è questa sensazione di speranza e di pausa dalla malattia", dice Patel. "Dà loro la possibilità di combattere con più tenacia, ed è più difficile da misurare".
Quel sentimento ineffabile è ciò che serviva per Tiffany Rowe. La sua malattia era stata scoperta in ritardo. Probabilmente non avrebbe vissuto un altro mese senza trattamento, dice lei. Anche con il trattamento, la sua prognosi era di tre o al massimo sei mesi.
Le mancava un donatore compatibile al 100% per un trapianto di midollo osseo, ed era così malata che i suoi medici non volevano rischiare un rigetto di trapianto potenzialmente fatale. Così ha ricevuto una terapia sperimentale chiamata globulina antitimocita, oggi un trattamento comune per l'anemia aplastica, ma non a quel tempo.
"Ricordo mia madre che diceva: 'Non sappiamo come andrà a finire, ma dobbiamo provarci'" dice Tiffany. Ha ricevuto il suo primo trattamento nell'autunno del 1984 ma ha avuto una ricaduta nell'autunno del 1987.
"Per me, la ricaduta ha avuto un bilancio emotivo più profondo, ho capito verso cosa mi stavo dirigendo, il dolore, l'incertezza e la paura", afferma la donna. "Mi sentivo demoralizzata, come se avessi fallito, non volevo più essere malata, non volevo sopravvivere a nulla".
Fu allora che un volontario che aveva letto della storia di Tiffany sul giornale locale, le fece visita e le offrì di esaudire un suo desiderio. La ragazza non ebbe dubbi.



"Quando tutti gli altri volevano essere astronauti, io volevo solo ballare con Michael Jackson", dice Rowe. "Quando lui ha cominciato a muoversi sul palco, per me si è semplicemente fermato il tempo: come lui avevo una grande passione per la danza, e quando ho visto Michael ho sentito un'affinità molto forte".
Unirsi a lui sul palco ha ridato a Tiffany il pieno possesso sul suo corpo e sul suo futuro.
"C'era la sensazione che stavo lottando per qualcosa, non solo contro qualcosa, ed è stato incredibilmente motivante" dice. "Stavo sopravvivendo per tornare indietro e vivere una vita piena e straordinaria. Non sapevo se sarebbe realmente successo, ma potevo finalmente credere che fosse possibile."
"Questi desideri possono davvero essere un trampolino di lancio per aiutare questi bambini a superare le loro malattie e produrre risultati di salute migliori per loro", afferma Jamie Sandys, portavoce di Make-A-Wish Foundation. La fondazione ha più di 60 filiali negli Stati Uniti e ha esaudito più di 300.000 desideri dal 1980, molti anche presso il Neverland Ranch di Michael, che ospitava bambini gravemente malati per un giorno intero.



"Sono fondamentalmente uno scienziato, e mi aspetto delle misurazioni ragionevoli e riproducibili quando decido sulla validità di una particolare terapia antitumorale, eppure quando percorro la sala della clinica e vedo un bambino che è appena tornato da un desidero che è stato esaudito, vedo un impatto positivo, come una maggiore risposta alla terapia, la resilienza della famiglia e la speranza nel bambino ", dice il Dott. James Fahner, un capo reparto dell’oncologia pediatrica all'Helen DeVos Children's Hospital di Grand Rapids, Michigan. "La connessione di mente-corpo-spirito può essere estremamente importante, specialmente in un bambino che passa attraverso una terapia tanto rigorosa e lunga".
Lo studio è osservativo, quindi non può dimostrare che la ricezione di un desiderio abbia prodotto risultati migliori, in quanto altri fattori potrebbero aver influenzato i risultati. Ma molti operatori sanitari vedono cambiamenti nei loro pazienti dopo che i desideri sono stati esauditi.
"Più positività a volte può essere correlata con l'aderenza al trattamento", dice Ashley Andrews, assistente sociale presso il Children's Mercy Hospital di Kansas City, Mo. “L'eccitazione di un desiderio può cambiare la visione di una famiglia e di un bambino, abbastanza da poter lavorare di più con i loro medici. Se la loro adesione al trattamento migliora, ovviamente ciò riduce le visite e i ricoveri del pronto soccorso".
Andrews, però, ha anche ammonito contro troppo ottimismo circa i risultati. "Questi bambini hanno ancora una malattia cronica e devono superare molti ostacoli che nessuno deve trascurare. Questa è la loro realtà, quindi non voglio che le persone pensino che solo perché a questi ragazzi viene esaudito un desiderio, poi tutto vada bene".
"Ci piace pensare che puoi avere un miglioramento della salute solo attraverso un farmaco, e questo è fondamentale per guarire, ma essere gentile e premuroso verso qualcuno ha un incredibile impatto sulla loro salute e benessere", dice il Dott. Lavin, presidente dell'American Academy of Pediatrics Committee on Psychosocial Aspects of Child and Family Health.
"Riconosco quotidianamente che non riesco a far passare i problemi nella maggior parte dei casi con interventi tradizionali, quindi sono sempre alla ricerca di modi alternativi per aiutare le famiglie oltre il trattamento", afferma il Dott. Anup D. Patel. "E se si tratta di rendere felice un bambino per un paio di settimane, allora lo faccio, perché a volte è meglio di qualsiasi medicina che posso dare loro."



Fonte: npr.org
Traduzione a cura di Paola di Bari per Michael Jackson FanSquare
Email User Profile
Post: 11,416
Registered in: 12/30/2009
Location: BOLOGNA
Age: 48
Gender: Female
Utente Certificato
Thriller Fan
OFFLINE
12/10/2018 9:04 PM
 
Quote

Interessante, grazie per la traduzione.
Ricordo di aver già letto di questa ragazza, molto probabilmente qui.
Email User Profile
Post: 4,046
Registered in: 11/26/2010
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
12/10/2018 11:47 PM
 
Quote

Re:
(Miss Piggy), 10/12/2018 21.04:

Interessante, grazie per la traduzione.
Ricordo di aver già letto di questa ragazza, molto probabilmente qui.


mjj.freeforumzone.com/d/11271970/-/discussione.aspx
Grazie PaoJPao
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:34 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com