Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it


- Visita il website del FanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)





New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Sequestrati quattro delfini al delfinarium di Rimini

Last Update: 9/14/2013 9:47 PM
Email User Profile
Post: 3,508
Registered in: 11/15/2009
Location: NAPOLI
Age: 53
Gender: Female
Bad Fan
OFFLINE
9/13/2013 8:08 PM
 
Quote

Come da titolo,sono stati sottratti alla prigionia del delfinarium i quattro delfini che ogni giorno erano impegnati per piu' turni negli spettacoli.I motivi sono molteplici:spazio troppo esiguo,mancanza d'ombra,somministrazione di psicofarmaci per renderli mansueti,pare quindi che il complesso sia stato denunciato per maltrattamenti.
In un documentario appresi che delfini ed orche impiegati in simili strutture hanno bisogno di antiacidi e gastroprotettivi perché lo stress degli spettacoli e degli addestramenti,la vita innnaturale,provoca gastriti e ulcera.
Per favore,non alimentate questi commerci,non andate nei delfinarium per gli spettacoli,per vedere saltare dei poveri animali in prigionia!
Fate in modo che vengano rispettati e vedeteli nei documentari o,se fortunati,quando andate in barca.a me e' capitato tante volte andando a vela,sono meravigliosi!
Email User Profile
Post: 8,109
Registered in: 12/30/2009
Location: BOLOGNA
Age: 48
Gender: Female
Utente Certificato
Thriller Fan
OFFLINE
9/13/2013 8:19 PM
 
Quote

Uh ,non sai quante volte passando lì davanti, anche un paio di settimane fa, mi son chiesta chi è che ancora ha voglia di vedere certi spettacoli, in una struttura così vecchia, poi (anche se, lo ammetto [SM=g27827] , un al profilo della struttura in sè ci sono affezionata ).
Ricordo però l'emozione mista a un pò di paura (era Pasqua, quindi freddino, e temevo di finire in acqua [SM=g27828] ) di quando, decenne o giù di lì, durante uno spettacolo mi scelsero per fare un giro su un gommone trainato da un delfino (non lì, ma al delfinario di Cattolica, ormai defunto).

Comunque col titolo che hai dato al topic, rossi, se non avessi visto i servizi ai tg di oggi avrei pensato che 'sti delfini li avessero rapiti [SM=x47979] !! Ora i bestiolini staran sicuramente meglio [SM=g27822] e mi sa che il delfinario lo demoliranno....
Email User Profile
Post: 1,175
Registered in: 11/11/2012
Gender: Female
Utente Certificato
HIStory Fan
OFFLINE
9/13/2013 10:01 PM
 
Quote

Completamente d'accordo con voi, ragazze. Personalmente sono sempre stata contraria a tenere gli animali in cattività e per quanto mi è possibile cerco spesso di dissuadere amici e conoscenti che abbiano la minima intenzione di assistere a questi assurdi spettacoli...compresi i circhi che utilizzano animali che sono nati per restare liberi
Trovo già un maltrattamento la sola idea di impiegarli.... [SM=g27826]


Heal The World
make it a better place
for you and for me
and the entire human race....
Email User Profile
Post: 6,287
Registered in: 10/27/2009
Location: BARI
Age: 34
Gender: Female
Vice Amministratore
Bad Fan
Direzione
OFFLINE
9/14/2013 2:51 PM
 
Quote

Ottima notizia!
Email User Profile
Post: 5,783
Registered in: 6/19/2010
Location: ANDRIA
Age: 61
Gender: Female
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
9/14/2013 9:11 PM
 
Quote

Mi piacciono parecchio questo genere di notizie! [SM=g27824]
Email User Profile
Post: 3,509
Registered in: 11/15/2009
Location: NAPOLI
Age: 53
Gender: Female
Bad Fan
OFFLINE
9/14/2013 9:39 PM
 
Quote

Ultime notizie e riflessioni sul caso e sull'uso improprio degli animali negli spettacoli in questo articolo.Sono d'accordo questa vicenda puo' cambiare molto il corso degli avvenimenti,ha un grosso significato....


dal fattoquotidiano on line:















Con un blitz eseguito la sera del 12 settembre dal Corpo Forestale su disposizione dell’autorità giudiziaria, i quattro tursiopi ospitati dal Delfinario di Rimini sono stati prelevati e inviati a Genova, dove saranno ospitati dal locale Acquario. Si tratta di un sequestro preventivo basato sulle risultanze delle indagini del sostituto procuratore Cerioni, che configurano il reato di maltrattamento animale.

Non c’è dubbio che i delfini di Rimini fossero mantenuti in condizioni totalmente inadatte alla loro natura, quella di mammiferi che in decine di milioni di anni si sono evoluti per vivere in uno spazio acquatico senza confini. Questo, si sa, è il destino comune di tutti i cetacei confinati a vita nello spazio angusto di una vasca, in qualunque parte del mondo si trovino, e di qualsiasi specie si tratti. In questo caso, tuttavia, la situazione è ancora più grave perché a Rimini nemmeno le norme della legge italiana – a mio modesto parere troppo permissive – erano rispettate. Gli spazi erano insufficienti, le strutture e le condizioni ambientali (temperatura, rumore) inadeguate, il ritmo degli spettacoli troppo intenso. Peggio ancora, l’innaturale coabitazione coatta di quattro esemplari di sesso diverso e di differenti età in uno spazio così ristretto non consentiva alla piccola comunità di mantenere le opportune distanze dagli individui più aggressivi, che per questo erano oggetto di somministrazione cronica di calmanti.

Il sequestro dei delfini e il loro spostamento nella nuova e più moderna struttura di Genova era certamente la misura d’urgenza più di buon senso per togliere gli animali dal piccolo infernale ergastolo al quale erano stati silenziosamente condannati. Lo stress del breve trasferimento e del cambiamento sarà presto superato, perché l’Acquario di Genova, pur essendo anch’esso una struttura dove gli animali sono costretti alla cattività, dispone di spazi maggiori, costituiti da diverse vasche dove i delfini più aggressivi all’occorrenza possono essere separati, il personale tecnico è qualificato, e gli animali non sono costretti a dar spettacolo.

Certo, sarebbe stato meraviglioso portare i delfini in mare e dar loro la libertà. Purtroppo, pur nella lodevolezza delle intenzioni, liberare i delfini equivale a condannarli a una situazione ancor peggiore. Tre dei quattro tursiopi di Rimini sono nati in cattività, e non sanno nemmeno da che parte si comincia per sopravvivere nell’ambiente ostile del mare aperto; per esempio, catturarsi da mangiare. Alfa, la vecchia madre dei tre, catturata nel Golfo del Messico più di un quarto di secolo fa, anche qualora si ricordasse qualcosa dell’arte della sopravvivenza avrebbe bisogno di mesi di difficile e incerta riabilitazione. E comunque rilasciare in Mediterraneo delfini “stranieri” è cosa da evitare per via del rischio di trasmettere patogeni alieni alle popolazioni native, il cui sistema immunitario è già indebolito dall’inquinamento. In queste situazioni l’ideale sarebbe poter disporre di un “santuario”, uno spazio rinchiuso ma di grandi dimensioni e le cui condizioni si avvicinino il più possibile a quelle naturali – per esempio, una baia recintata – dove i delfini che provengono dalla cattività possano essere, ove possibile, riabilitati alla libertà, o altrimenti mantenuti a pensione in maniera decorosa fino alla morte. Un simile santuario, purtroppo, esiste soltanto nella nostra immaginazione.

A prescindere dalla pur legittima ansietà per il benessere e il futuro dei quattro delfini di Rimini, è comunque il significato dell’azione giudiziaria di questi giorni nei confronti dell’azienda che li teneva prigionieri che trascende con prepotenza il caso di specie. La sensibilità del pubblico ha subito una profonda trasformazione negli ultimi decenni, e la nostra società non è più pilatesca come un tempo nei confronti della cattività degli animali selvatici, soprattutto quando si tratta di delfini che così fortemente richiamano alla mente il senso della libertà. Si sono ingrossati i ranghi di chi ritiene che i delfinari – così come gli zoo, i circhi e altri tipi di ménageries – appartengano ormai al passato, e debbano quindi scomparire. La legge italiana che consente ai delfinari di esistere è una legge vecchia e superata: fatta oggi rispettare per la prima volta, migliorerà la vita di quattro delfini, ma occorre andare oltre.

È giunto il momento di voltare pagina, con determinazione e creatività....
[Edited by rossijack 9/14/2013 9:47 PM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:31 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com