Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.michaeljackson.it


- Visita il website del FanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)





New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Grillo e il movimento a cinque stelle sono una minaccia per i partiti

Last Update: 12/21/2017 9:44 PM
Email User Profile
Post: 2,774
Registered in: 11/15/2009
Location: NAPOLI
Age: 53
Gender: Female
Dangerous Fan
OFFLINE
5/21/2012 11:31 PM
 
Quote

Parma ha scelto il suo sindaco a cinque stelle...

da articolotre.com:





21 maggio 2012- Alla fine queste amministrative sono finite con un indiscutibile successo del centrosinistra, numeri alla mano (governa più comuni di quanto non facesse prima)anche se non sono mancate le sorprese, come a Parma, dove il candidato Pizzarotti del Movimento 5 Stelle è riuscito a imporsi sul candidato del Pd Bernazzoli. Una vittoria straordinaria quella del movimento di Grillo, che ora si appresta a fare il salto di qualità in vista delle politiche. E' stata la vittoria anche della sinistra, anche di quella a sinistra del Pd, come a Palermo e Genova dove si sono affermati due candidati che sono riusciti a vincere le primarie proprio contro il candidato espresso dai democratici. Pier Luigi Bersani però non ci sta a vedere il suo partito incalzato da sinistra e messo in discussione dal Movimento 5 Stelle, e in una conferenza stampa a commento dei ballottaggi si è mostrato come il vero "vincitore" di queste elezioni. E non ha tutti i torti Bersani dato che il centrosinistra, a conti fatti, dopo queste amministrative è passato da 56 Comuni a 95, che poi diventano 99 se si contano i partiti, Idv compreso, alla sinistra del Pd. Ma è anche vero che il Pd ha anche ben poco da essere ottimista dato che a Palermo e Genova non è il suo candidato quello che è riuscito a vincere, e a Parma il suo candidato, Bernazzoli, è stato clamorosamente sconfitto. Bersani comunque non ha voluto riconoscere il successo del suo "rivale", Beppe Grillo, e alla domanda dei giornalisti di Rai News se Parma non possa essere un'anticipazione di quello che potrebbe capitare alle politiche, il segretario del Pd ha risposto: "I partiti? Io non accetto più questa parola, noi siamo il Pd", poi ha lanciato una frecciata al comico genovese: "Non cederò mai a proposizoni qualunquistiche, i partiti ci vogliono, ne arriva un altro si chiama 5 Stelle, sarà un partito se vorrà dare un aiuto al Paese. Basta scorciatoie e avventure, negli ultimi 15 anni si sono avvelenati i pozzi dei rapporti tra cittadini e politica. Noi proporremo una politica riformista, europea, e non cederemo mai ai qualunquisti dilaganti incoraggiati dagli sconfitti".
PALERMO E GENOVA VIRANO A SINISTRA- La festa, quella vera, a Genova e Palermo non si farà. Così hanno deciso i due neosindaci Doria e Orlando, per rispetto dei terremotati e del dramma di Brindisi. Anche questo è un modo per proporsi alla cittadinanza come coloro che cercheranno di imprimere un nuovo corso. Straordinario il successo di Leoluca Orlando a Palermo che si è affermato con il 72,4%, una vittoria indiscutibile che ha reso entusiasta il nuovo sindaco del capoluogo siciliano. Proprio Orlando infatti alla stampa ha dichiarato a commento della vittoria: "La mia vittoria di oggi a Palermo fa nascere la Terza Repubblica". Proprio così, Orlando sembra essere perfettamente consapevole di avere, con la sua vittoria, lanciato un segnale ben chiaro al Pd. Appoggiato solo da Italia dei Valori, Federazione della Sinistra e Verdi, il nuovo sindaco di Palermo ha lanciato un ammonimento ben chiaro ai democratici: "La mia candidaturta è una risposta all'antipolitica. Sono un parlamentare della cosiddetta casta che ha fatto una scelta che sembrerebbe essere in contrasto con la logica delle caste, ovvero fare il sindaco di Palermo. Il consenso è la risposta a Monti e al suo tecnicismo senz'animo, ci vuole un tecnicismo con anima che si chiama politica.Ringrazio Italia dei Valori, Federazione della SInistra e Verdi per l'appoggio ricevuto. Non ringrazierò nè Vendola nè D'Alema nè Bersani, non solo loro che potranno decidere le sorti di Palermo". Sostanzialmente quindi, laddove la sinistra è stata in grado di proporre schieramenti e candidati alternativi al Pd, si è assisitito a un gran bel vento di novità, e l'onda d'urto grillina è stata notevolmente raffreddata.
LA CAPORETTO DELLA LEGA NORD- La tornata elettorale si è conclusa con un vero disastro per il centrodestra, uscito battuto anche da Taranto, Asti, Como e L'Aquila; ma per la Lega Nord, se possibile, è andata persino peggio. Il Carroccio è uscito con le ossa rotte perdendo tutti i ballottaggi in tutti e sette i comuni del Nord in cui concorreva con un suo candidato, un messaggio preciso ai vertici della Lega, che hanno subito parlato di voler inaugurare un periodo nuovo. La Lega Nord è infatti stata sconfitta a Cantù, Palazzolo, Meda, Tradate, Senago, Thiene e San Giovanni Lupatoto, tutti comuni dove il Carroccio aveva presentato un proprio candidato. La Lega Nord governava assieme al Pdl in sei comuni su sette.
ASTENSIONE A VALANGA, GRILLO AVANTI- Alla fine uno dei dati che emergono con maggior nettezza dopo questi ballottaggi è proprio quello dell'astensione, hanno votato solo il 51% degli aventi diritto, e questo può voler dire che molti degli elettori che hanno visto il loro candidato sconfitto al primo turno, hanno poi scelto di rimanere a casa ai ballottaggi. Un dato preoccupante che potrebbe persino aggravarsi in vista delle politiche. Non casualmente in molti mettono in relazione proprio la grande astensione con il successo ottenuto dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. In molti iniziano a pensare che a Parma Pizzarotti possa aver vinto contro il candidato del Pd grazie a un travaso cospicuo dei voti del centrodestra, ma il dato della vittoria dei grillini non può essere sottovalutato. Ignazio La Russa ad esempio non ha avuto dubbi: "Il centrodestra a Parma ha votato Grillo". Ma è tutta Parma che ha deciso di votare in massa per il partito di Beppe Grillo, una bocciatura in piena regola del Pd, una "Stalingrado del Movimento 5 Stelle", come ha detto lo stesso Grillo, che ora si attende di marciare verso la "Berlino" rappresentata dalle politiche.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:07 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com