Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.mjj.it


- Visita il website di MJFanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)






- KING OF POP -

Per discutere liberamente di qualsiasi argomento inerente all'indiscusso Re del Pop.

Qui potrai postare Discussioni di qualsiasi tipo, Curiosità, Sondaggi, QuizPetizioni.

Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Vota | Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

[discussioni] Michael: "One night only"

Ultimo Aggiornamento: 20/04/2017 01.01
Email Scheda Utente
Post: 12.759
Registrato il: 06/01/2002
Sesso: Femminile
Thriller Fan
Historical user
OFFLINE
25/08/2007 23.28
 
Quota

Re: Porto su per discutere con voi questa faccenda
BillieJean88, 25/08/2007 21.39:


E' vero che i tabloids all'epoca scrissero che MJ stava molto (ma molto) male? Era vero o come al solito avevano esagerato? Chi si ricorda di questa "disavventura"? Come reagirono i fans?



io ero morta di paura!... la cosa era grave, ma di certo nessuno di noi era in ospedale con Michael in quei momenti... ricordo che alcuni italiani partirono e usarono i giorni di permanenza che avevano per vedere lo show e stare poi a NY per stare fuori dall'ospedale... Anche Janet oltre a LisaMarie andarono in ospedale per fargli visita, mi pare che Janet stesse girando il video "20foreplay" che abbandonò per andare subito da MJ che tutti davano per gravissimo.
Pensate che non c'era internet o almeno non come ora e l'unico modo per avere news era seguire la cnn di notte che in italia trasmettevano tipo alle 4 di sera su TMC (oggi La7) oppure sentirsi tra fans che a loro volta avevano avuto un "passaparola", chiamare gli amici stranieri, confidare in qualche articolo o news italiana che ne parlasse, era veramente frustrante non poter sapere niente in tempo reale...
Lo show non sarebbe stato certificato 100% live... se MJ voleva metterci del playback l'avrebbe potuto fare tranquillamente... non era certamente la situazione che si presenta ad un "Mtv unplugged"...



[IMG]http://i11.photobucket.com/albums/a173/mjdbg/nuovafirma_dbg2.jpg[/IMG]
Email Scheda Utente
Post: 279
Registrato il: 25/09/2002
Città: ROMA
Età: 41
Sesso: Maschile
Number Ones Fan
OFFLINE
27/08/2007 22.08
 
Quota

QUELLA MAGICA SERATA
[SM=x47959] Si...
Effettivamente la stampa e le Tv davano Michael in uno stato quantomeno serio ma forse il tutto era stato un po' esagerato..
Ricordo che pochi giorni dopo il ricovero Michael si fece portare in camera le gigantografie di Shirley Temple e Charlie Chaplin. L'attenzione sulle sue condizioni di salute era molto alta e lui sfruttò il momento per far parlare di sè (come successo nel corso dell'incidente Pepsi e conseguente ricovero).
I giornali in quel periodo non gli davano tregua e non facevano altro che sottolineare l'andamento mediocre delle vendite del doppio CD HISTORY negli USA che registravano un preoccupante calo rispetto agli album precedenti (un milione in 4 settimane erano decisamente poche per Michael)
Le pressioni da parte della SONY erano continue; si era puntato molto sul suo ultimo lavoro, che invece dopo poche settimane non faceva altro che essere continuamente surclassato da album di altri artisti, non ultimi i Beatles con una raccolta di vecchi successi.
La serata per l'HBO doveva riuscire a resuscitare la popolarità di Michael nel Nuovo Continente dopo le accuse di pedofilia e le trovate pubblicitarie poco accorte finalizzate arecuperare un minimo di credibilità, che invece si rivelarono controproducenti (matrimonio con Lisa Mary Priesly, interviste dove si evitava l'argomento Chandler)e lo affossarono ancora di più.
Forse Michael si rese conto di non riuscire a costruire uno spettacolo all'altezza delle aspettative, di non saper colpire il pubblico USA come nel lontano '84.
Tutto questo stress fu una delle cause del suo malessere e dopo essersi ripreso ha preferito pianificare uno spettacolo come l'History Tour mastodontico, di sicuro impatto ma anche troppo roboante e autocelabrativo con la sicurezza del playback.
Uno SHOW da portare in giro per il mondo, in quei paesi dove si sentiva tanto amato (EST Europa, Asia, Africa e Sud America) evitando i puritani Stati Uniti D'America.
Avrebbe dovuto pensarci di più, affrontare il problema allora e cercare di ricucire il suo rapporto con la sua Nazione che tanto gli aveva dato ma che forse era stufa delle sue bizzarrie, che non credeva alla sua innocenza e non amava più tanto il suo pop facile facile.
Lo spettacolo sarebbe stata un'occasione irripetibile per vedere Michael a confronto con un grande artista come Marcel Marceau; ne sarebbe scaturito un duetto fantastico.
Lo show avrebbe dovuto essere per la maggior parte live e forse Michael in quegli anni sarebbe riuscito ancora ad emozionarci con la sua voce ,la sua interpretazione e recitazione dei pezzi che più lo riguardano.
Dopo avremmo assistito solo ad uno squallido playback, scarno e deludente, ad una voce gracchiante, fioca e poco incisiva.
[Modificato da dr.dree 27/08/2007 22.17]

EMI
Email Scheda Utente
Post: 4.502
Registrato il: 23/10/2004
Sesso: Femminile
Bad Fan
OFFLINE
27/08/2007 22.33
 
Quota

Michael dovrebbe porvare a fare una cosa del genere, sul serio. Non può sempre snobbare gli states, perchè dopo decadi sono stufi di lui, delle sue bizarrie, del fatto che si parla di lui da oltre 40 anni e che non fa spettacoli decenti da tempo.

Ma il 30th anniversry del 2001 a NY, è l'evento musicale più visto al mondo, con più di 90 milioni di americani che lo hanno seguito in tv... direi che un po' di interesse ion USA lo ha, a lui sta fare onore al suo nome, il che non fa da troppo.

- you're squawking like a pink monkey bird -
28/08/2007 11.38
 
Quota

Anch'io sono convinta che forse l'America non è del tutto ostile a MJ. Mah, per quanto riguarda il '95 e il suo spettacolo... non credo che Michael abbia "sfruttato" delle situazioni del genere solo per pubblicità, né dopo l'incidente durante lo spot nel '84 e tanto meno adesso, nel '95... se avesse seguito il tuo ragionamento allora dovrebbe essere contento anche del processo e di tutte le accuse, così tutto il mondo parlava di lui, senza che lui muovesse un dito, poi se stava male, soffriva... chi se ne frega? Non credo sia così.
Il fatto che in alcune circostanze abbia dato importanza alla pubblicità non vuol dire che lo abbia fatto sempre e ad ogni costo.
Leggendo la stessa discussione su forum stranieri a momenti lo davano per morto [SM=g27825].
A volte ho l'impressione che alcuni dimentichino che MJ è un essere umano. Anche i più fanatici non riescono a prenderlo in considerazione come tale, lo vedono come un angelo o un semi-dio. Mentre gli altri lo vedono soltanto come il fenomeno Jackson, quello che scalava le classifiche, ossessinato dalla sua immagine costantemente e che ha fatto tante cose bizzarre. Se è fanatismo anche pensare che MJ possa essere anche fragile emotivamente quando vuole e purtroppo stare male per svariati motivi (che non sappiamo se non per vie "trasverse" etc) allora credo proprio di essere una gran fanatica. Ma questo è un altro discorso.
Grazie per aver risposto alle mie domande e per aver condiviso le vostre idee, nonostante il topic fosse vecchio.
[Modificato da BillieJean88 28/08/2007 11.40]
Email Scheda Utente
Post: 8
Registrato il: 01/08/2007
Città: CREVOLADOSSOLA
Età: 28
Sesso: Maschile
This Is It Fan
OFFLINE
28/08/2007 16.36
 
Quota

possibile [SM=x47952] [SM=x47952] [SM=x47952] ???
il 30th anniversary ha fatto 90 millini di spettatori in america???
in italia l'hanno trasmesso?
Email Scheda Utente
Post: 280
Registrato il: 25/09/2002
Città: ROMA
Età: 41
Sesso: Maschile
Number Ones Fan
OFFLINE
28/08/2007 16.42
 
Quota

Re:
BillieJean88, 28/08/2007 11.38:

Anch'io sono convinta che forse l'America non è del tutto ostile a MJ. Mah, per quanto riguarda il '95 e il suo spettacolo... non credo che Michael abbia "sfruttato" delle situazioni del genere solo per pubblicità, né dopo l'incidente durante lo spot nel '84 e tanto meno adesso, nel '95... se avesse seguito il tuo ragionamento allora dovrebbe essere contento anche del processo e di tutte le accuse, così tutto il mondo parlava di lui, senza che lui muovesse un dito, poi se stava male, soffriva... chi se ne frega? Non credo sia così.
Il fatto che in alcune circostanze abbia dato importanza alla pubblicità non vuol dire che lo abbia fatto sempre e ad ogni costo.
Leggendo la stessa discussione su forum stranieri a momenti lo davano per morto [SM=g27825].
A volte ho l'impressione che alcuni dimentichino che MJ è un essere umano. Anche i più fanatici non riescono a prenderlo in considerazione come tale, lo vedono come un angelo o un semi-dio. Mentre gli altri lo vedono soltanto come il fenomeno Jackson, quello che scalava le classifiche, ossessinato dalla sua immagine costantemente e che ha fatto tante cose bizzarre. Se è fanatismo anche pensare che MJ possa essere anche fragile emotivamente quando vuole e purtroppo stare male per svariati motivi (che non sappiamo se non per vie "trasverse" etc) allora credo proprio di essere una gran fanatica. Ma questo è un altro discorso.
Grazie per aver risposto alle mie domande e per aver condiviso le vostre idee, nonostante il topic fosse vecchio.




Non penso che tu possa essere considerata una fanatica solo per il fatto che credi alla fragilità di Michael; anch'io considero che oltre ad essere una superstar sia anche una persona dotata di sentimenti e grandi fragilità. Anzi troppo spesso le sue fobie e ossessioni sono setacciate al microscopio e analizzate profondamente da chiunque ha voglia di farlo, criticarlo, deriderlo.
Affermo soltanto che in molte occasioni spiacevoli Michael ha cercato di scovare il lato pubblicitario della vicenda a suo favore.
Nel caso dell'incidente PEPSI di sicuro non è stato lui a provocarsi una esplosione in testa con varie ustioni, ma se leggi nell'autobiografia la parte dedicata all'episodio Michael stesso racconta che mentre lo trasportavano in ospedale si fece portare d'urgenza il guanto di Paiette per dare più risalto alle immagini che lo ritaevano in barella e che avrebbero fatto il giro del mondo.
Nel caso dello svenimento del'95 i medici parlarono di stato avanzato di disidratazione e dissenteria ma non certo di pericolo di morte; due giorni dopo il ricovero oltre alla parata di stelle che accorsero al suo capezzale (a parte fratelli e sorelle ricordo LIZ e Diana Ross) si fece trasportare in camera le suddette gigantografie.
Le TV parlarono di questo fatto dicendo che Jackson voleva circondarsi dei suoi miti in un momento così difficile per la sua salute (di certo in pericolo di vita io non penserei di circondarmi di immagini di Chaplin o Temple).. questa si che si può definire una trovata pubblicitaria.
Nell'occasione del Pavarotti and Friends dopo l'infelice uscita di BIG Luciano a proposito delle gravi condizioni di salute di PRINCE II Debbie Rowe si precipito per rilasciare una intervista deprimente nella quale con le lacrime agli occhi affermava che era rimasta impietrita alla notizia che suo figlio stava per morire...Il che poteva anche essere vero ma non era necessario andarlo a sbandierare ai quattro venti!!
Secondo voi chi le ha consigliato di andare a piangere davanti alle TV? Lei, la madre perfetta che vende i figli, si fa mantenere in virtù del fatto che li ha fatti nascere ma non li vede crescere?
Per quanto riguarda l'attenzione che Michael ottiene dal pubblico USA ciò è fuori discussione: l'intervista con OPRAH toccò i 90 milioni di spettatori ma non mi sembra che questo si sia tradotto in una impennata di rilievo per l'album di allora Dangerous; stessa cosa per INVINCIBLE e la tannto seguita serata al MSG.
Diciamo che gli americani riconoscono il talento di Michael come intrattenitore a 360 gradi ma non gli danno credito sul lato personale e musicale.
Non sono interessati a comprare i suoi cd.
[Modificato da dr.dree 28/08/2007 16.50]

EMI
28/08/2007 20.44
 
Quota

Sì, a dirti la verità, proprio ieri ho letto l'autobiografia e francamente sono rimasta sconcertata da quella parte... come fa un uomo ad essere sotto shock e allo stesso tempo ricordarsi di farsi portare il guanto? Come faceva ad avere la lucidità in quel momento di sapere che era successo qualcosa che avrebbe destato l'attenzione dei media? Gli stessi media/tabloids che lui critica tanto. Io credevo che il guanto già l'avesse mentre stavano girando lo spot. Quest'uomo si contraddice troppo spesso, parer mio...

Sto leggendo alcuni capitoli della biografia The Magic And The Madness, uno riguardava anche questo spettacolo che non c'è mai stato. C'è scritto che si sentì male proprio durante le prove dello show: collasso, tachicardia, pressione bassa. Si parla di attacco di panico. Mi spiace molto che abbia sofferto di ciò. Anche da giovane mi pare abbia avuto delle "sensazioni" del genere. In Moonwalk parla di queste fitte improvvise che secondo lui potevano anche essere solo "immaginazione", quindi ansia. Lessi anche in un vecchio topic (dov'erano raccolte citazioni da vari libri) stralci di un libro di laToya o non so chi altro, che durante le registrazioni di Off The Wall si sentì male, anche lì, si fece portare in ospedale. "Sto morendo!". Una delle sensazioni del panico, la prima cosa a cui si pensa è la paura di morire, nient'altro. E' una di quelle situazioni in cui stai bene ma ti senti di m*, hai tutti i mali del mondo ma allo stesso tempo non hai niente.


Nell'altra performance "rimandata" al Pavarotti & Friends, nemmeno ci vedevo chiaro. Ma Prince II non è il terzo figlio (Blanket)? Debbie che io sappia non è la madre di Blanket... che se non sbaglio nacque anche più tardi... no, se non sbaglio era il primogenito, Prince... comunque quel che è fatto è fatto. MJ non ha molta credibilità da un pò. Anche se il pubblico americano è interessato più al gossip anzicchè alla musica non lo biasimo più di tanto. Alle fine è anche lui che è caduto (volente o nolente) in questo vortice e sembra proprio non volerne/poterne uscire. Speriamo che le cose siano migliorate.
Email Scheda Utente
Post: 281
Registrato il: 25/09/2002
Città: ROMA
Età: 41
Sesso: Maschile
Number Ones Fan
OFFLINE
28/08/2007 21.55
 
Quota

Re:
BillieJean88, 28/08/2007 20.44:




Nell'altra performance "rimandata" al Pavarotti & Friends, nemmeno ci vedevo chiaro. Ma Prince II non è il terzo figlio (Blanket)? Debbie che io sappia non è la madre di Blanket... che se non sbaglio nacque anche più tardi... no, se non sbaglio era il primogenito, Prince... comunque quel che è fatto è fatto.



Si hai ragione.. Mi riferivo a Prince e non a Blanket...
[Modificato da dr.dree 28/08/2007 21.55]

EMI
Email Scheda Utente
Post: 9.144
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
20/04/2017 01.01
 
Quota

Caricato da poco da LaVelle Smith Jr.sul suo canale YouTube

Queste prove si sono svolte due giorni dopo che Michael Jackson è crollato al Beacon Theatre. La produzione ha pensato che ancora si potesse fare lo spettacolo, ma, certamente no. Non era in condizioni perché soffriva di bassa pressione sanguigna e disidratazione.

1995 - HBO's One Night Only Rehearsals at Beacon Theatre




Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 22.33. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com