Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.mjj.it


- Visita il website di MJFanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)






- THE JACKSON CAFÈ -

Vuoi conoscere davvero tutto di Michael Jackson? Sei nella sezione giusta!

Qui potrai leggere e pubblicare Approfondimenti, Testimonianze, Documenti e Aneddoti.

Nuova Discussione
Rispondi
 
Vota | Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

[rubriche] CITAZIONI JACKSONIANE - Le frasi celebri di e su Michael Jackson

Ultimo Aggiornamento: 26/07/2018 20.02
Email Scheda Utente
Post: 11.372
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
16/05/2018 23.51
 
Quota

"Michael era così efficace nel comunicare l'emozione. Voglio dire, a volte saremmo semplicemente pieni di emozione quando sentiremmo la consegna vocale di Michael. Ci sarebbero molte volte in cui avrebbe cantato e tagliato fino all'osso. Ti avrebbe portato al limite delle lacrime".

- Matt Forger -

Email Scheda Utente
Post: 11.374
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
16/05/2018 23.56
 
Quota

"Nessuno di noi sapeva cosa Michael stesse preparando per la sua esibizione solista di Billie Jean.
A un certo punto aveva deciso di sfruttare la piattaforma televisiva per sperimentare un passo che aveva copiato dai ballerini di strada, e che da due anni stava perfezionando. Si chiamava "moonwalk", il "passo della luna".

L'unica cosa che preoccupava Michael al pensiero di quella grandiosa performance era il suo guardaroba.
Aveva il guanto bianco con le paillettes, i pantaloni neri troppo corti in stile Sammy Davis, i calzini bianchi, la camicia argentea, e chiese al suo management di ordinare un cappello nero a tesa larga, "da agente segreto".
Ma la giacca? Non riusciva a trovare quella giusta.

Aprì la porta dei suoi appartamenti, guardò in corridoio e vide che la stanza della mamma era aperta.
Poiché adorava tutto ciò che luccica, una volta l'aveva vista con indosso una giacca tempestata di paillettes nere, e andò nel suo armadio a ripescarla.

"È un ottima giacca da indossare per uno show!" disse.
"E mi sta bene!"

Gli piaceva perchè brillava a ogni suo movimento.
"Immaginatela sotto i riflettori" disse.
E così la giacca della mamma entrò nella storia.

Con una coreografia nata sulle strade di Los Angeles e una giacca presa in prestito da nostra madre, Michael era pronto però show".

- Jermaine Jackson -


Email Scheda Utente
Post: 11.376
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
17/05/2018 00.27
 
Quota

"Ho lavorato sulla maggior parte delle canzoni dell'album, però la canzone che preferisco non è stata scritta da Michael, ma da Siedah Garrett e Glen Ballard. "Man In The Mirror" per me rappresenta il miglior Michael, le sue emozioni, la persona che era e il modo in cui percepiva il mondo. Michael vedeva il mondo come un luogo che poteva essere molto meglio di quanto lo sia oggi. Michael vedeva le persone che muoiono di fame in Africa, le guerre, i crimini, tutte queste cose terribili. Ne parlavamo e si chiedeva: "Perché le cose devono rimanere in questo modo? La gente non potrebbe comportarsi meglio?" Il mondo potrebbe essere migliore se la gente si facesse un esame di coscienza e si concentrasse sulle cose essenziali. E quale modo migliore per esprimere questo che dire: "Se vuoi rendere il mondo un posto migliore, guardati allo specchio e fai un cambiamento"? E' qualcosa di personale e molto potente. Ogni volta che ci penso mi commuove. Questo è esattamente ciò che era Michael. Qualcuno che amava il mondo, l'umanità, l'ambiente - e questo è ciò che mi resta in mente quando ascolto tutte queste canzoni."

- Matt Forger (ingegnere del suono).


Email Scheda Utente
Post: 11.416
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
25/05/2018 01.50
 
Quota

"Michael era un gran lavoratore, alcune persone possono utilizzare la parola "perfezionista". Michael era intelligente, sapeva che la perfezione non esisteva, avrebbe lavorato alla danza più e più volte finché gli riusciva senza pensarci. Diceva che avrebbe sempre voluto che la danza diventasse una parte di lui, così che quando fosse stato sul palco non avrebbe dovuto nemmeno pensarci, ma solo lasciare che il suo corpo prendesse il sopravvento… ed ora capisco perché gli piaceva così tanto provare".

- LaVelle Smith Jr-

Email Scheda Utente
Post: 11.417
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
25/05/2018 01.55
 
Quota

"Incontrare Michael Jackson per la prima volta sul set di "Smooth Criminal" è stato davvero stimolante. Non mi ero mai trovato in presenza di qualcuno che fosse così talentuoso, così talentuoso che avresti potuto sentire la sua presenza dall’altro lato della stanza. Quando ballava l’intera stanza era elettrica. Era una sensazione incredibile e penso che sia proprio in quel momento che ho capito davvero quanto talento aveva Michael".

- LaVelle Smith Jr -

Email Scheda Utente
Post: 5.650
Registrato il: 11/11/2012
Sesso: Femminile
Utente Certificato
Bad Fan
OFFLINE
26/05/2018 21.47
 
Quota

Bellissimo topic, grazie [SM=g2927039]

[IMG]http://i39.tinypic.com/2m3gz1h.jpg[/IMG]
Heal The World
make it a better place
for you and for me
and the entire human race....
Email Scheda Utente
Post: 11.445
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
30/05/2018 00.39
 
Quota

Prego Neverland [SM=x3072554]
Email Scheda Utente
Post: 11.446
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
30/05/2018 00.53
 
Quota

"Artisti come Michael Jackson vengono solo una volta. Ha mostrato al mondo che la musica pop può anche essere molto più della semplice musica. Ci ha mostrato come può diventare uno stimolo per il cambiamento e una ragione per sperare".

David Cook (cantante americano)

Nel video qui sotto, David Cook interpreta Billie Jean ad American Idol 2008.

Email Scheda Utente
Post: 11.493
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
12/06/2018 23.48
 
Quota

"Guardavo la mamma che assisteva ogni giorno senza posa, composta e bellissima nella sua veglia per la verità.
Non credo di aver capito veramente la sua forza fino ad oggi: dentro era sgomenta, ma non lo mostrò mai.
L'orgoglio e la fiducia nel figlio erano evidenti per tutti e ho in mente un'immagine indelebile di Michael per i corridoi che offriva il braccio a mamma per farla appoggiare mentre camminava, quando invece era proprio lei, con la sua presenza quotidiana, a dare stabilità a lui.
C'era anche Joseph.
Un sostegno solido come una roccia.
Il suo severo cipiglio quotidiano non rivelò mai i suoi sentimenti più nascosti, e anche nel privato era un uomo di poche parole, che non esprimeva mai niente tranne la fiducia che Michael sarebbe stato liberato.
Fu questa sorta di fiducia incrollabile che diede forza a tutti noi, penso".


- Jermaine Jackson (Dal suo libro: La vita del Re del pop vista attraverso gli occhi di suo fratello).

Email Scheda Utente
Post: 11.510
Registrato il: 24/05/2014
Sesso: Femminile
Moderatore
Thriller Fan
Staff
OFFLINE
13/06/2018 23.28
 
Quota

"Ci affrettamo a scendere e aspettammo fuori dalla porta finché non la aprirono, ed ecco che Michael uscì, circondato dal resto della famiglia e da Tom Mesereau.
Mio fratello non sorrideva, come tutti gli altri: sembrava stordito, e così continuammo soltanto a camminare. Non c'era tempo per gli abbracci.
Avremmo potuto fare tutto tutto una volta tornati a Neverland.
Non ebbi neppure l'opportunità di godermi l'umiliazione di Sneddon.
Lui è i suoi formidabili investigatori sarebbero passati alla storia come la squadra che sfidò mio fratello e perse. Due volte.

Uscimmo come una famiglia e fummo accolti da una grandissima ovazione.
Avrei voluto trovare la donna che aveva liberato le colombe bianche a ogni verdetto di non colpevolezza: aveva fatto una cosa bellissima e tutti persino Michael, ne parlammo.

In quel tragitto verso la libertà, sotto il suo ombrello, lui ignorò i giornalisti e salutò i fan.
Appena un attimo prima di salire sul Suv, si voltò per stringere la mano a Tom Mesereau.

E poi il convoglio ci riportò a Neverland, dove Prince, Paris, e Blanket aspettavano con la tata Grace.
La vita poteva finalmente tornare alla normalità e pensammo sinceramente che il peggio fosse passato".

- Jermaine Jackson (La vita del Re del pop vista attraverso gli occhi di suo fratello).

Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 08.28. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com