Dal 2001, la più grande Community jacksoniana d'Italia
e Fan Club italiano di Michael Jackson
www.mjj.it


- Visita il website di MJFanSquare e seguici sui canali ufficiali -




- Ultime Discussioni sul Forum -

(Per l'elenco esteso delle ultime discussioni, clicca QUI)






- THE JACKSON CAFÈ -

Vuoi conoscere davvero tutto di Michael Jackson? Sei nella sezione giusta!

Qui potrai leggere e pubblicare Approfondimenti, Testimonianze, Documenti e Aneddoti.

Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 | Pagina successiva
Vota | Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

[vogel] Che cosa definisce un compositore?

Ultimo Aggiornamento: 03/06/2012 03.54
Email Scheda Utente
Post: 3.633
Registrato il: 02/12/2009
Città: CASERTA
Età: 38
Sesso: Femminile
Bad Fan
OFFLINE
11/05/2012 19.53
 
Quota

Ammazza, chiacchierano parecchio questi! Grazie per la faticaccia ragazze [SM=g27838]
Neanch'io posso parlare tecnicamente di musica però mi sento di condividere quello che è stato detto, anzi, per il solo fatto di non saper leggere e scrivere musica ma di riprodurla in ogni caso, queste persone hanno una marcia in più!
Email Scheda Utente
Post: 1.879
Registrato il: 16/09/2007
Sesso: Maschile
Utente Certificato
Dangerous Fan
OFFLINE
02/06/2012 01.46
 
Quota

Scusate l'off-topic e scusami Mark, ma...leggendo i tuoi post non ho potuto fare a meno di notare che sei un pò di parte (come lo potrebbero essere alcuni di noi in un forum di MJ, ovviamente) verso alcuni generi...argomentando e giocando la carta della tua amata critica (sembra che esista solo quella ^^).
Poi, non mi è chiara quella sorta di scala reale LOL
02/06/2012 12.36
 
Quota

Re:
"DaViDeLeEJaCkSoN", 02/06/2012 01.46:

Scusate l'off-topic e scusami Mark, ma...leggendo i tuoi post non ho potuto fare a meno di notare che sei un pò di parte (come lo potrebbero essere alcuni di noi in un forum di MJ, ovviamente) verso alcuni generi...argomentando e giocando la carta della tua amata critica (sembra che esista solo quella ^^).
Poi, non mi è chiara quella sorta di scala reale LOL




strano di solito cerco di prepararami in modo obiettivo ai miei commenti...

[IMG]http://www.funny-games.biz/images/pictures/1985-big-beer.jpg[/IMG]

e beh, poi tutti siamo un po' di parte... tieni presente che cerco un po' di bilanciare affermazioni tipo "Mozart, Beethoven ed MJ", che alla fine non credo facciano onore alla stessa causa dei fan di Mj (ancorché opinione perfettamente legittima, visto che talvolta, tipo ieri sera, io direi perfino "Mozart- Beethoven vs Squirrel bait - Joy Division" [SM=g27827] ).
Quasi off topic: "la scala reale" è quella che ho detto tipo "Dylan, gli Stones, Hendrix..."?? Ehi, l'ho detta un po' a caso tanto per fare un esempio semplice di una cerchia di nomi che hanno fatto la storia del pop e, insomma, sono nomi che di solito occupano metà libreria in uno scaffale musicale, Dylan in particolare, e mi sembra abbastanza condivisibile. Ma potrebbero essere altri ancora, Doors, Beatles, Pink Floyd, Led Zeppelin, eccetera. Ecco, non vedo molti artisti a quel livello lì, dove "Livello" non significa solo un merito artistico, ma se vuoi di costume, popolarità, lascito meta musicale, influenza, eccetera.
Ma ecco per tornare al punto: ok, facciamo che sono di parte (quale però? adesso vorrei scrivere proprio di un disco che ha la critica divisa esattamente in due e la riporto fin dall'inizio), credo però sia utile avere anche una visione opposta dei fatti o degli argomenti per giudicare, no?

Email Scheda Utente
Post: 1.880
Registrato il: 16/09/2007
Sesso: Maschile
Utente Certificato
Dangerous Fan
OFFLINE
02/06/2012 13.50
 
Quota

Bè da uno come te che ne sa una più del diavolo non me l'aspetterei [SM=g27827] !
Si la scala reale è quella [SM=x47979] ! E' un pò lontana da come vedo io i vari artisti che hanno segnato la musica. Per carità nulla da dire ai nomi da te citati (io stesso li inserirei in una lista ipotetica), ma è proprio il fatto di mettere su gradi o scale vari artisti di diverso genere che non mi garba tanto ^^.
Prediligi, per esempio, gli artisti da te citati e generi affini. Come saprai c'è anche la controparte black che non mi pare sia da meno. Però mi pare di aver capito che non ti interessa molto quel tipo di musica [SM=g27827] . Son d'accordo sul fatto di avere e ascoltare una visione diversa dalla propria...ora però son curioso di sapere quale album ha diviso la critica in due...forse è dei Beatles ^^?
[Modificato da "DaViDeLeEJaCkSoN" 02/06/2012 13.52]
02/06/2012 19.06
 
Quota

Re:
"DaViDeLeEJaCkSoN", 02/06/2012 13.50:

Bè da uno come te che ne sa una più del diavolo non me l'aspetterei [SM=g27827] !
Si la scala reale è quella [SM=x47979] ! E' un pò lontana da come vedo io i vari artisti che hanno segnato la musica. Per carità nulla da dire ai nomi da te citati (io stesso li inserirei in una lista ipotetica), ma è proprio il fatto di mettere su gradi o scale vari artisti di diverso genere che non mi garba tanto ^^.
Prediligi, per esempio, gli artisti da te citati e generi affini. Come saprai c'è anche la controparte black che non mi pare sia da meno. Però mi pare di aver capito che non ti interessa molto quel tipo di musica [SM=g27827] . Son d'accordo sul fatto di avere e ascoltare una visione diversa dalla propria...ora però son curioso di sapere quale album ha diviso la critica in due...forse è dei Beatles ^^?



Beh, mettere gli artisti su "gradini" è orribile, ammetto. In effetti si dovrebbe sempre parlare di album o pezzi singoli, cose così. Lì avevo semplificato, ma penso di avere detto un fatto notorio, anche se proprio come mi fai notare tu è contestabilissimo. Cioè, non ho dubbio che una affermazione del genere: "X non è sullo stesso gradino di Y", a meno che non stai facendo una foto ad alcune persone davanti una chiesa, non è condivisibile da chiunque, ma avviene solo per un luogo comune o per un fatto notorio che è pure antipatico e magari è perfino scorretto (può benissimo essere che Y non sia sullo stesso gradino di X anche se artisticamente parlando risulti avere fatto nn album migliori di quelli di X). Quindi, mah adesso non mi ricordo di cosa si parlava o, peggio, cosa avevo in mente quando ho scritto quello, ma credo sia accettabile un discorso del genere solo per rappresentazione di massima e relativizzata in un contesto storico (magari gli Abba erano su quel gradino negli anni 70 o gli U2 negli anni 90).
Per quanto riguarda la black music o i compositori della black music: tu parli in senso stretto, vero? Cioè del genere di black music tipo definizione di enciclopedia? Allora in questo caso è verissimo perché non si tratta di un genere che mi interessa, l'ho detto e ripetuto. Mi sono spinto a dire che forse sia un genere leggermente inferiore in termini assoluti di produzione artistica al rock filtrato dalla tradizione americana ed anglosassone per così dire "non black", ma comprendo che sia opinabile e poi è difficile stabilire cosa sia esattamente il genere. Io comunque mi riferisco ad una definizione rigorosa del genere, per cui magari Isaac Hayes avrà pure un disco importante per la black music ma a me dice pochissimo, per tutta una serie di motivi.
Invece per artisti che fanno certa musica che si può definire ancorabile ad influenze black in ogni genere di riferimento, vedi appunto che avevo inserito Hendrix in quei nomi di "scala reale" ne ho una certa buona lista e credo di non avere nemmeno io preclusioni a dire che magari Chuck Berry è stato molto più influente degli stones, a ben vedere.
Email Scheda Utente
Post: 1.881
Registrato il: 16/09/2007
Sesso: Maschile
Utente Certificato
Dangerous Fan
OFFLINE
02/06/2012 19.51
 
Quota

Re: Re:
°Mark Lanegan°, 02/06/2012 19.06:



Beh, mettere gli artisti su "gradini" è orribile, ammetto. In effetti si dovrebbe sempre parlare di album o pezzi singoli, cose così. Lì avevo semplificato, ma penso di avere detto un fatto notorio, anche se proprio come mi fai notare tu è contestabilissimo. Cioè, non ho dubbio che una affermazione del genere: "X non è sullo stesso gradino di Y", a meno che non stai facendo una foto ad alcune persone davanti una chiesa, non è condivisibile da chiunque, ma avviene solo per un luogo comune o per un fatto notorio che è pure antipatico e magari è perfino scorretto (può benissimo essere che Y non sia sullo stesso gradino di X anche se artisticamente parlando risulti avere fatto nn album migliori di quelli di X). Quindi, mah adesso non mi ricordo di cosa si parlava o, peggio, cosa avevo in mente quando ho scritto quello, ma credo sia accettabile un discorso del genere solo per rappresentazione di massima e relativizzata in un contesto storico (magari gli Abba erano su quel gradino negli anni 70 o gli U2 negli anni 90).
Per quanto riguarda la black music o i compositori della black music: tu parli in senso stretto, vero? Cioè del genere di black music tipo definizione di enciclopedia? Allora in questo caso è verissimo perché non si tratta di un genere che mi interessa, l'ho detto e ripetuto. Mi sono spinto a dire che forse sia un genere leggermente inferiore in termini assoluti di produzione artistica al rock filtrato dalla tradizione americana ed anglosassone per così dire "non black", ma comprendo che sia opinabile e poi è difficile stabilire cosa sia esattamente il genere. Io comunque mi riferisco ad una definizione rigorosa del genere, per cui magari Isaac Hayes avrà pure un disco importante per la black music ma a me dice pochissimo, per tutta una serie di motivi.
Invece per artisti che fanno certa musica che si può definire ancorabile ad influenze black in ogni genere di riferimento, vedi appunto che avevo inserito Hendrix in quei nomi di "scala reale" ne ho una certa buona lista e credo di non avere nemmeno io preclusioni a dire che magari Chuck Berry è stato molto più influente degli stones, a ben vedere.




Si intendevo proprio in senso stretto [SM=g27817] . Per quanto riguarda Isaac Hayes...non ti dice niente perchè semplicemente non ti piace?
Ma il disco che ha diviso la critica [SM=g27831] ? ( Siamo andati proprio off topic e di tanto pure [SM=g27825] )
03/06/2012 00.46
 
Quota

Re: Re: Re:
"DaViDeLeEJaCkSoN", 02/06/2012 19.51:




Si intendevo proprio in senso stretto [SM=g27817] . Per quanto riguarda Isaac Hayes...non ti dice niente perchè semplicemente non ti piace?
Ma il disco che ha diviso la critica [SM=g27831] ? ( Siamo andati proprio off topic e di tanto pure [SM=g27825] )




E' un disco di musica black quello di Isaac Hayes, "Hot Buttered Soul" [1969] che qui da noi viene votato (da qualcuno, non tutti) come uno dei più alti traguardi del "southern soul", fra soul e psichedelia, blues e funk.
Questo genere ha predecessori importanti nella scuola di Memphis (ad es Wilson Pickett). Guarda, interessante, abbastanza chill out. Però nel '69 la psichedelia era oramai in fase di smembramento nella sua percezione classica, il soul contava almeno altre tre scuole importanti in America con ciascuna pezzi da 90 (detroit, NY, Piladelphia, per non parlare di cleveland e la Virginia) e predecessori molto più originali ed innovativi.
Il punto è che noi ne parliamo bene perché è abbastanza "progressive", "empiricamente coraggioso" per dirla come quel qualcuno; insomma suona "bianco" ovvero si adatta ad una critica condotta secondo i classici canoni (del tutto "bianchi"). Ora, a mio parere, nel '69, psichedelia, soul, blues erano stati rappresentati meglio e di più di quanto avesse mai perfino pensato I.H. ed anche per il funky vale un ragionamento simile. Cosa posso ascoltare fra Are you Experienced e quest'album? Il crossover è un genere a sè, merita tutta questa fama? Questo da un punto di vista teorico. Poi, mi piace? No, è infinitamente bolso rispetto ad altre cose anteriori, ma facilita la digestione, quindi non è del tutto male.
Ah il disco che ha diviso la critica...vediamo se riesco a inserire tutti i link e... te lo ritrovi dopo nella mia lista dei migliori pezzi dei '90, da qualche parte del forum, alla posizione n. 7, forse la inserisco finalmente ora, così come è, mi sono perso nel cercare link che sono inutili.

edit: siamo off topic? ma anche l'articolo tradotto va off topic da sè stesso che è un piacere. Non ne condivido molto (per usare un eufemismo) e mi sono imposto di non parlarne, quindi ti prego di non rilanciare (me ne stavo quieto quieto), altrimenti più che innescare un flame entro direttamente col kalashnikov. [SM=g27832] [SM=g27828]


[Modificato da °Mark Lanegan° 03/06/2012 03.54]
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 3 4 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Intervista a Joe Vogel (26 messaggi, agg.: 11/04/2011 11.59)
Nuova intervista a Joe Vogel: si parla ancora di musica! (79 messaggi, agg.: 28/06/2011 16.16)
Earth Song - dentro il capolavoro di Michael Jackson - di Joe Vogel (81 messaggi, agg.: 17/02/2016 01.34)
mjjcommunity intervista Joe Vogel (26 messaggi, agg.: 24/07/2011 02.02)
Michael Jackson: Re del Pop e degli Imprenditori (23 messaggi, agg.: 27/01/2012 00.43)

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 01.18. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com